Canicattì: Grande festa di preghiera al circolo didattico statale “Don Bosco”

Questo articolo è stato visto 150 volte.

Ricorre un appuntamento imperdibile di conversione e pace interiore per tutte le persone di fede: il centenario delle apparizioni della Vergine di Fatima ai tre giovani pastorelli Francesco, Giacinta e Lucia. Un’occasione spiritualmente elevata per attuare e rinnovare la nostra devozione alla Madre del Signore. Formazione significa non solo fare didattica in senso stretto, ma soprattutto educare, divulgare e interiorizzare i più importanti valori sociali e umani. Non solo “sapere” dunque, ma “saper essere” al Circolo Didattico Statale “Don Bosco”, diretto dalla Dott.ssa Giuseppa Cartella, con un’inaugurazione del nuovo anno scolastico a dir poco speciale. Il simulacro della Madonna di Fatima, proveniente dal Portogallo e identico all’originale, è custodito presso la chiesa di Santa Chiara di Canicattì sotto l’egida del parroco don Giuseppe Argento da lì la Vergine Santa è stata portata in pellegrinaggio presso la scuola “Don Bosco” per essere accolta da una folla orante ed esultante di bambini che, come i pastorelli di Fatima, rappresentano anime pure e limpide, capaci di accogliere il messaggio di salvezza di Maria.

La cerimonia inaugurale si è svolta ieri nell’ampio e accogliente atrio della scuola, tra canti, preghiere, contemplazione e commozione. Non sono mancati palloncini colorati elevati al cielo, a simboleggiare i bei sentimenti dei bambini e le loro fervide speranze. Inoltre, tra devozione e innovazione, in linea con le indicazioni formative ministeriali, si è tenuto anche un significativo momento dedicato al Coding, nell’ambito della settimana europea che celebra il 5° compleanno dell’iniziativa rivolta allo sviluppo del pensiero computazionale nelle nuove generazioni.

Un altare curato in ogni dettaglio e adornato di fiori bianchi ha accolto la Madonna di Fatima, momento unico di aggregazione e fede per gli alunni, le loro famiglie e tutto il personale della scuola. Per consentire a tutti la possibilità di rivolgere una preghiera alla Madonna, la scuola è rimasta eccezionalmente aperta anche il pomeriggio.

“Un nuovo anno scolastico inizia e in un momento storico così delicato come il nostro, caratterizzato da insidie, inquietudini e disvalori, vogliamo affidare alla Madonna di Fatima i nostri buoni e santi propositi e il futuro dei nostri bambini” questo il pensiero del D.S. Giuseppa Cartella.

Nello spirito di questa intensa giornata, non ci resta che pregare con le parole di Papa Francesco alla Vergine di Fatima:

O dolce Vergine Maria, Regina del Rosario di Fatima!

Fa’ che seguiamo l’esempio dei Beati Francesco e Giacinta,

 e di quanti si consacrano all’annuncio del Vangelo.

Percorreremo così ogni rotta, andremo pellegrini lungo tutte le vie,

abbatteremo tutti i muri e supereremo ogni frontiera,

uscendo verso tutte le periferie, manifestando la giustizia e la pace di Dio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*