CATANIA: Parte il tour di “Vi dichiaro divorziati” di Gian Ettore Gassani

Questo articolo è stato visto 334 volte.

CATANIA -  Vi dichiaro divorziati - gassaniE’ Catania la prima tappa del tour di presentazione di “Vi dichiaro divorziati”- Imprimaur editore-  il secondo libro di Gian Ettore Gassani , avvocato matrimonialista del Foro di Roma e presidente di AMI (Associazione Avvocati matrimonialisti italiani).

L’evento si terrà domani, martedì 26 gennaio, presso la libreria Feltrinelli in via Etnea 285 alle ore 18.  Tra i relatori, il Giudice del Tribunale Civile di Catania, Rosaria Maria Castorina.

Durante la presentazione, Gassani farà il punto sulle recenti riforme del diritto di famiglia, tra cui unioni civili, divorzio breve, Fondo di solidarietà (Patto di stabilità),negoziazione assistita, e sui mutamenti sociali, culturali e giuridici in atto nel nostro Paese.

Il libro offre lo spaccato di un’Italia profondamente cambiata negli ultimi due decenni dal punto di vista sociale, culturale e giuridico. Basti pensare che nel 2013 i matrimoni celebrati sono stati al di sotto della soglia dei 200.000 all’anno ( nel 1974 furono ben 430.000), mentre le separazioni e i divorzi fanno registrare numeri costanti nell’ultimo quinquennio (88.000 separazioni, 52.000 divorzi ogni anno). Sullo sfondo il fenomeno delle convivenze, che aumentano costantemente e che oggi arrivano a toccare la quota di un milione. “Ormai –  afferma Gassani – il matrimonio non è più un’ istituzione invincibile e i dati ISTAT lo dimostrano:  Il 20 % delle separazioni riguarda gli over 65. È il segno dell’Italia che cambia. Non è più il Paese tradizionalista e bigotto di una volta”.

 Trentuno capitoli, 280 pagine, prefazione di Maurizio de Giovanni e postfazione di Maurizio Martinelli, il libro è stato scritto interamente a penna, su fogli protocollo, durante l’estate 2015.

L’autore ripercorre gli usi e i costumi di tante famiglie italiane assorte nella loro chat e che non sanno più stare insieme. Vi è la narrazione di tante storie raccontate nella “bottega” dell’avvocato, storie di violenze, di aspre contese sui figli (il bottino di guerra), di famiglie distrutte dal gioco d’azzardo, di conviventi senza diritti mandati sul lastrico o del novantenne che vuole separarsi per sentirsi “libero”. Si parla poi di infedeltà causate dai social network e di coppie che scoppiano per mancanza di sessualità.

Quattro i capitoli dedicati al diritto con riferimento al varo del divorzio breve, alla negoziazione assistita, alla eliminazione delle differenze giuridiche tra i figli nati nel matrimonio e quelli nati al di fuori di esso, alle recenti riforme del processo canonico grazie al grande Papa Francesco.

“ Tuttavia c’è ancora tanto da fare – prosegue Gassani – Le unioni civili hanno il diritto di esistere e così occorre combattere discriminazioni omofobe. Le riforme a costo zero non possono risolvere i cronici problemi del nostro sistema giudiziario e del nostro diritto di famiglia. Occorre investire nel settore familiare e minorile attraverso risorse e progetti seri e mirati”.

L’originalità assoluta di questo “saggio romanzato” è data dalla testimonianza (oltre alla bellissima prefazione) del grande scrittore Maurizio de Giovanni, che parla del proprio vissuto di padre separato e del giornalista Gianluca Nicoletti, che racconta il dramma della sua vita caratterizzata da un figlio affetto da autismo e della carenza di norme che possono garantire un futuro al figlio quando i genitori non ci saranno più, e i racconti disperati di Carolina Tana e di Giorgio Ceccarelli, vittime di manipolazioni e false accuse.

Replica con un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*