La partita del risveglio organizzata dal castelterminese Gaetano Buono per Agostino Calatabiano. In campo le vecchie glorie del Palermo

Questo articolo è stato visto 356 volte.

Molto spesso scriviamo su partite di solidarietà, le classiche partite del cuore a scopo benefico. Quella che invece vi raccontiamo oggi è la “Partita del Risveglio”, un  incontro di calcio giocato allo stadio Santa Barbara di Cefalù, fortemente voluto e organizzato dal castelterminese Gaetano Buono, dalla famiglia Calatabiano e dall’associazione Eclisse del presidente Angelo Scialabba, per rendere felice un ragazzo molto sfortunato, che adesso è come se fosse rinato. Agostino Calatabiano, giocatore del Bolognetta, nel corso di una partita del campionato di Promozione del 20 novembre 2106 era caduto battendo violentemente la testa. Per il ragazzo si era temuto il peggio in quanto entrato in coma profondo. Dopo un primo ricovero al Civico di Palermo il trasferimento, a gennaio, all’ospedale Giglio di Cefalù presso l’unità operativa di risveglio. A marzo il risveglio grazie alle cure del professore Giuseppe Galardi e la dottoressa Cristina Boccagni. Poi la fase di riabilitazione che Gaetano Buono ha seguito e continua a seguire con professionalità e soprattutto con amore, fino a raggiungere l’importante obiettivo di ridare un pallone ad Agostino e farlo palleggiare con le vecchie glorie del Palermo tra cui Tanino Vasari, Ciccio Galeoto e Fabrizio Miccoli, che hanno reso felice Calatabiano. << Ringrazio di cuore la società Pro Loco Sant’Ambrogio, le vecchie glorie del Palermo, Mauro Sarrica, che ha condotto come giornalista, il fotografo Domenico Romano e quanti con un affetto ammirevole hanno fatto felice Agostino – dice Buono – sono veramente contento per lui, che a piccoli passi sta ritornando ad essere un ragazzo normale dopo avere passato dei momenti terribili >>.

Replica con un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*