Aragona, Comuni, Cronaca

Aragona i campetti di contrada Fontes Episcopi in stato di abbandono. Opportunità con il Bando Sport e Periferie

Questo articolo è stato visto 435 volte.

Un comune in dissesto non può fare certo miracoli, ma questo non può esimerci da segnalare alcune criticità delle strutture sportive. Preso atto che lo stadio “Totò Russo” è in fase di ristrutturazione e i lavori sono fermi da oltre due mesi per mancanza di fondi, ecco finalmente la buona notizia che la Regione Siciliana ha elargito i fondi nelle casse comunali. E’ adesso auspicabile, si spera in maniera celere che avvenga il pagamento alla Geotek che potrà riprendere i lavori fermi all’omologazione del sottofondo avvenuta lo scorso 4 di agosto. Anche il palazzetto “ Stefano Di Giacomo” sarà oggetto a lavori di ristrutturazione e messa a norma, ma al momento non abbiamo notato nessun avvio di cantiere. Sull’argomento torneremo a breve e chiederemo al sindaco lo stato dell’arte e quali i motivi per cui i lavori stentano a partire visto che il finanziamento è da tempo arrivato. Adesso rivolgiamo il pensiero ai fatiscenti campetti di Fontes Episcopi, davvero malmessi. L’opportunità per sistemarli per bene e in maniera definitiva può diventare realtà se il comune partecipare al Bando Sport e Periferie 2020 dove sono previsti dei finanziamenti a fondo perduto a sostegno di interventi di realizzazione e rigenerazione di impianti sportivi per importi fino a 700 mila euro. Il bando scade il prossimo 30 ottobre. << Cercheremo di non perdere questa opportunità – dice il sindaco Pendolino – questi campetti non hanno avuto mai fortuna, speriamo di ottenere questo finanziamento per tirarli a lucido >>. Questi campetti non hanno avuto mai fortuna per diversi motivi. Uno su tutti i pochi fondi a disposizione che non hanno permesso una realizzazione fatta con tutti i crismi ?. Gli ultimi lavori sono fatti grazie ad un finanziamento di circa 100 mila euro arrivato direttamente dalla Presidenza della Regione Sicilia con l’allora presidente Totò Cuffaro. Anche quei lavori non riuscirono a dare la giusta dimensione alla struttura sportiva che rimane qualcosa di indecoroso come si può vedere dalle foto.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.