Agrigento, Comuni, Cronaca

Bilancio del controllo del territorio della Polizia Stradale di Agrigento.

Questo articolo è stato visto 159 volte.

 Nell’ambito degli ordinari servizi di vigilanza stradale, nel corso dell’ultimo fine settimana, pattuglie dipendenti Sezione Polizia Stradale di Agrigento fermavano due veicoli che stavano effettuando trasporto animali vivi. Durante il primo, lungo la SS189, al km 39, territorio del Comune di Casteltermini, veniva sottoposto a controllo un veicolo con a bordo 6 equidi e un bovino,  proveniente da San Cipirrello con  destinazione mattatoio sito nel Comune di San Cataldo. Gli agenti operanti accertavano varie violazioni, per un totale di circa 15400 euro di sanzioni; in particolare veniva accertata carenza di documentazione relativa allo specifico trasporto,  documentazione scaduta di validità e irregolarmente compilata;  il bovino, inoltre,  veniva trasportato in condizioni tali da provocargli sofferenza ed  il vano di carico del veicolo non era idoneo al trasporto degli animali stessi. Nel corso del secondo, lungo la ss115, al km 211, territorio del Comune di Palma di Montechiaro, veniva sottoposto a controllo un veicolo con a bordo due bovini,  proveniente da Scicli con  destinazione mattatoio sito nel Comune di Partinico. Gli agenti operanti accertavano varie violazioni, per un totale di circa 3000 euro di sanzioni; in particolare veniva accertata carenza di documentazione relativa allo specifico trasporto nonché documentazione irregolarmente compilata. Nel corso del fine settimana venivano, inoltre, sanzionati ad Agrigento 2 conducenti per guida in stato di ebbrezza alcolica. In particolare, un conducente, S.S.. di anni 25, residente a Favara, veniva deferito alla locale Procura della Repubblica, con un valore di 1,10 g/l, mentre un altro, M.G. di anni 33, residente a Raffadali, veniva sanzionato amministrativamente, con un valore di 0,78 g/l.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.