Cultura & Spettacolo, Ribera

Celebrata anche a Ribera la “Virgo Fidelis” patrona dei Carabinieri

Questo articolo è stato visto 1.691 volte.

Ricordata anche la battaglia di Culqualber e la “Giornata dell’Orfano”

Venerdì 22 novembre 2019, alle ore 18,00, nella chiesa Madre di Ribera, si è svolta la solenne celebrazione della “Virgo Fidelis”, patrona dell’Arma dei Carabinieri, officiata da don Giuseppe Argento, nel corso della Celebrazione sono stati richiamati alla memoria i caduti dell’Arma che hanno sacrificato la vita per un ideale supremo nell’assolvimento del loro dovere . Ad onorare la celebrazione due Carabinieri davanti  all’Altare  in “Grande Uniforme Speciale” con  l’immagine del quadro della Madonna “Virgo Fidelis” e accessori dell’Arma . Alla cerimonia organizzata dalla locale sezione dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Ribera, unitamente al Comando Tenenza erano presenti : il sindaco Carmelo Pace, il Tenente Fabio Proietti, comandante della locale Tenenza con alcuni Carabinieri dipendenti di ogni ordine e grado,  carabinieri della Compagnia di Sciacca, e delle stazioni di Lucca Sicula e Calamonaci, il presidente della locale sezione ANC Maresciallo Girolamo Angileri con una folta rappresentanza di soci insieme alle famiglie, il comandante della polizia municipale,  una rappresentanza dei soci dell’ANC di Sciacca, una rappresentanza del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio  e tanti fedeli.  La scelta della Madonna “Virgo Fidelis”, come celeste Patrona dell’Arma, è indubbiamente ispirata alla fedeltà che è propria di ogni soldato che serve la Patria, è caratteristica dell’Arma dei Carabinieri che per motto “Nei Secoli Fedele”. L’8 dicembre 1949 Sua Santità Pio XII, accogliendo l’istanza di S.E. Mons. Carlo Alberto di Cavallerleone, Ordinario Militare d’Italia, proclamata ufficialmente Maria “Virgo Fidelis” Patrona dei Carabinieri, fissando la celebrazione della festa il 21 novembre, in concomitanza della presentazione di Maria Vergine al Tempio e della ricorrenza della battaglia di Culqualber in Africa orientale avvenuta nel 1941, fra italiani e britannici. Per l’epico fatto d’armi, alla Bandiera dell’Arma fu conferita, per quei combattimenti, la seconda Medaglia d’Oro al Valor Militare, dopo quella ottenuta in occasione della partecipazione alla Prima Guerra Mondiale. Nel contempo, si celebra anche la “Giornata dell’Orfano” istituita nel 1996, che rappresenta per i Carabinieri e per l’ONAOMAC (Opera Nazionale di Assistenza per gli Orfani dei Militari dell’Arma) un sentito momento di vicinanza, con la quale l’Arma offre il suo sostegno concreto alle famiglie dei militari caduti nell’adempimento del loro dovere. La Celebrazione dopo la “Preghiera del Carabiniere” è terminata con le suggestive  note dell’Inno alla “Virgo Fidelis” intonato dal coro polifonico della chiesa Madre, in seguito il comandate della locale Tenenza Fabio Proietti, ha rivolto un saluto ai presenti e con una allocuzione rievocativa ha illustrato la storia dell’affidamento da parte dell’Arma alla “Virgo Fidelis” .

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.