Agrigento, Comuni, Cultura & Spettacolo

Compie tre anni la pagina Facebook Urp Informa del Libero Consorzio. Negli ultimi giorni raggiunti i 300mila contatti

Questo articolo è stato visto 100 volte.

Ha compiuto tre anni, con numeri record, la pagina Facebook dell’Ufficio relazioni con il pubblico del Libero Consorzio di Agrigento. Il 12 luglio del 2016 infatti, veniva lanciato il collegamento al social network Facebook per mettere in rete avvenimenti e notizie dell’Ente e dare la possibilità agli utenti di interagire in tempo reale con esso. Col tempo, la pagina Facebook ha allargato i propri orizzonti occupandosi anche di eventi e avvenimenti che riguardano il territorio anche al di fuori di quelle che sono le competenze dell’Ente.

E proprio in questi giorni, il sito ha raggiunto la cifra di 300mila contatti con punte anche di 11mila like soltanto per i  video della prima domenica della festa di San Calogero, la recente sfilata di moda nella Valle dei Templi o per le notizie che hanno riguardato l’alluvione dello scorso novembre.

La pagina “Urp Informa”, nata con l’intento collegare le attività del Libero Consorzio alle esigenze dei cittadini, è riuscita a ritagliarsi un proprio spazio considerando anche Considerando anche l’immediatezza e la velocità delle notizie che vengono inserite e che possono sfuggire attraverso i canali tradizionali. Insieme alla pagina Facebook, com’è noto, sono già stati lanciati altri collegamenti social, da Instagram a  Whatsapp fino al recente Telegram, rafforzando così il servizio.
“Urp informa Agrigento”, è raggiungibile facilmente anche attraverso un link posizionato nella home page del sito istituzionale del Libero Consorzio di Agrigento ed è facilmente individuabile grazie all’immagine del profilo che richiama l’ingresso dell’Urp di Piazza Vittorio Emanuele.

Il profilo è inoltre corredato da una “Guida al Palazzo” in cui viene brevemente illustrata la storia dello storico edificio che ospita l’ex Provincia corredata da una serie di foto, dalle foto sulla galleria espositiva “Scala Reale”, a dalle opere di interesse artistico che arredano gli ambienti di rappresentanza dell’Ente, con spiegazioni e commenti anche in tre lingue.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.