Catania, Cultura & Spettacolo, Province

Con ‘Fashion in Sicily’ Catania diventa capitale della moda made in sud

Questo articolo è stato visto 211 volte.

L’evento è organizzato dall’Agenzia ICE, con il supporto della Regione Siciliana e del Comune di Catania. 70 tra buyer e giornalisti internazionali, 24 paesi in tutto il mondo verso cui esportare, 60 aziende produttrici: sono questi i numeri che definiscono ‘Fashion in Sicily’, l’evento dedicato alla promozione della moda made in sud che si terrà il 10 e l’11 Aprile a Catania.
Il progetto porta la firma dell’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane che costituisce l’organismo attraverso cui il Governo – per mezzo del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale –
favorisce il consolidamento e lo sviluppo economico commerciale delle imprese sui mercati esteri.
‘Fashion in Sicily’ si inserisce nelle azioni del Pes II – Piano Export Sud II che sviluppa più Programmi Operativi destinati alle MPMI – microimprese, piccole e medie imprese – con la finalità di potenziare la capacità di esportazione delle stesse ed incrementare la quota di export ascrivibile alle regioni del Mezzogiorno. Le 60 aziende coinvolte, infatti, vengono da Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e sono ambasciatrici dello stile e della qualità Made in Italy, producendo in loco abbigliamento, calzature ed accessori moda uomo e donna.
‘Fashion in Sicily’ nasce con l’obiettivo di sviluppare la conoscenza della realtà produttiva meridionale e di favorire il processo di Internazionalizzazione delle piccole e medie imprese del Mezzogiorno. Nei due giorni di incoming, infatti, consentirà alle aziende produttrici di incontrare una nutrita delegazione estera, appositamente selezionata dagli Uffici ICE presenti all’estero e composta da buyer e giornalisti di prestigiose riviste sul lifestyle provenienti da Usa, Giappone, Cina, Libano, Spagna, Paesi Bassi, Australia, Corea del Sud, Inghilterra, Croazia, Francia, Russia, Inghilterra e Slovenia.
Meeting b2b, serate di networking, fashion tour e sfilate compongono il fitto calendario di appuntamenti che l’ICE ha organizzato con il supporto della Regione Siciliana e del Comune di Catania.
Grande attenzione sarà riservata anche al territorio siciliano. Non a caso è stata scelta Catania per ospitare l’evento. La città, infatti, è la seconda più grande dell’isola, rappresenta un dinamico hub economico ed ospita un polo tessile rinomato, dove le tradizioni si lasciano contaminare da innovazione e creatività.
Catania, con le sue location eccellenti tra monasteri barocchi e palazzi seicenteschi, si appresta così a diventare capitale della moda made in sud.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.