Agrigento, Comuni, Cronaca, Politica

Covid, Ancora Tac guasta ed in piena emergenza Covid, intervento del vicepresidente della Commissione Sanità All’ARS Carmelo Pullara

Questo articolo è stato visto 157 volte.

Mentre la popolazione corre a vaccinarsi riponendo la giusta fiducia nelle istituzioni, negli ospedali agrigentini si ripetono i soliti disagi. Ancora una volta ed in piena pandemia apprendiamo della Tac del San Giovanni di Dio  guasta, ma i pazienti vengono accettati lo stesso, salvo poi vedersi dirottare in altre strutture e ritardare la diagnosi. Il deputato leghista Carmelo Pullara denuncia come si sia creata una «situazione incredibile e pericolosa». La Lega, spiega, ha ricevuto diverse segnalazioni di rallentamenti o fermi macchina per manutenzione straordinaria all’apparecchiatura Tac dell’ospedale di Agrigento.

«C’è da chiedersi – dice Pullara – se qualcuno si sia preoccupato di deviare gli accessi di Pronto soccorso di patologia ad alta complessità, direttamente su altri presidi dotati di apparecchiatura funzionante. Invece, a quanto sembra, sta avvenendo l’esatto contrario: il Pronto soccorso di Agrigento riceve e accetta tutte le tipologie di emergenza, salvo poi condividere la strumentazione Tac funzionante con quella dedicata ai pazienti Covid. Un vero paradosso che per i casi “urgenti” di pazienti candidati all’esame TC è disposta la fruizione della seconda TC posta nell’attuale zona d’isolamento del pronto soccorso dove sono trattati e ricoverati i pazienti covid positivi in seguito alla chiusura del reparto di medicina covid.

Lo afferma Carmelo Pullara, vicepresidente Commissione Sanità l’ARS.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.