Agrigento, Calcio, Comuni, Cronaca, Licata, Sport

Daniele Ballacchino l’arbitro salvagente. Da bagnino salva mamma e figlia le congratulazioni del presidente Gero Drago.

Questo articolo è stato visto 4.774 volte.

In campo per fare rispettare le regole, in spiaggia pronto a salvare chi si trova in difficoltà in mare. Daniele Ballacchino, giovane arbitro di calcio della sezione di Agrigento, sabato scorso impegnato nel ruolo di bagnino in nella spiaggia di Marinello a Licata ha avuto una giornata di lavoro molto impegnativa. Il mare agitato ha tratto in inganno una signora e la figlia, che spinte dalla corrente si sono trovate in serie difficoltà gridando e chiedendo aiuto verso la spiaggia. L’aitante ed eclettico arbitro non ha esitato un attimo a tuffarsi in acqua e con grande tempismo è riuscito a salvare la vita alle due donne. Daniele Ballacchino, 17 anni, è un ragazzo molto in gamba anche sul rettangolo di gioco e dopo avere esordito dirigendo diverse partite del campionato provinciale Giovanissimi, ha chiuso la stagione agonistica arbitrando anche gli Allievi. << Per tutta la sezione è un orgoglio sapere che un nostro ragazzo si è reso protagonista di un atto di coraggio che ha salvato due vite umane – dice il presidente Gero Drago – Daniele è un arbitro molto bravo e non è un caso che al primo anno da direttore di gara ha finito la stagione arbitrando nel campionato Allevi >>. Per Ballacchino più che un gesto eroico è avere svolto bene il suo lavoro. << Come ci hanno sempre insegnato nei corsi di salvataggio e anche in quelli da arbitro bisogna avere serenità e sangue freddo nel prendere decisioni importanti, come ad esempio concedere o meno un gol o un calcio di rigore – dice Ballacchino – in campo se sbagli non è la fine del mondo, ma non salvare quelle vite umane sarebbe stato un dramma. Nell’ambiente arbitrale si impara davvero tanto, anche dal punto di vista umano >>.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.