Comuni, Cronaca, Racalmuto

Degrado della fontana di Novi Cannola

Questo articolo è stato visto 542 volte.

Riceviamo e pubblichiamo integralmente la nota stampa a firma di Anita Sciortino sul disinteressato abbandono cui giace la fontana di “Novi Cannola” di Racalmuto, “per gli attivisti del Meetup” di Racalmuto: Da cittadini gli attivisti del meetup non possono non dedicare attenzione allo stato di disinteressato abbandono cui giace la fontana di “novi cannola”, storico luogo storico tra i più fotografati di Racalmuto che solo per una breve parentesi della sua secolare vita ha avuto il diritto pieno di chiamarsi monumento. Il suo stato attuale è pietoso. Le foto parlano da sole, divelta la scheda illustrativa, rotte e abbandonate le catene che fino a dieci anni fa la indicavano come luogo protetto, sconquassato il fondo in acciottolato, erbacce sui bordi della fontana distrutto il fianco destro da un intervento di qualche anno fa che fu pure oggetto di un esposto per danneggiamento fatto da alcuni cittadini, che però non sfociò in nulla e la pietra angolare  nel sommo dello stesso angolo che sembra essere stata distrutta da poco. Continuando, scoli pieni di sedimento dato dalla forte presenza di sostanze nutritive nell’acqua e griglie di dispersione laterali distrutte. Poi, alla fine, la foto fatta al frontale della fontana rivela l’ultima e più grave offesa. il bordo in marmo sicuramente colpito da qualcosa (la sponda di un trattore o di un camion?) risulta sollevata e spostata e questo causa trafilamenti nella parte inferiore della vasca dove finisce l’acqua dei novi, ops otto cannola funzionanti chiaramente visibile dall’abbondante presenza di umidità. Nella parte opposta appare pure chiara la presenza di trafilamenti, forse dovuti alla poca tenuta delle giunture dei “cannoli”. Tutto nel più completo disinteresse dell’amministrazione e degli amministratori che non possono non aver visto o avere avuto notizia dello stato di assoluto degrado in cui giace la fontana a questo si aggiunge l’increscioso avvenimento della tarda mattinata di oggi per il quale la fontana si è tinta di rosso sangue, indicazione del chiaro disinteresse di parte della popolazione per questo importante monumento locale. È nostra speranza che gli amministratori si attivino nel più breve tempo possibile per sanare la situazione, sicuri che al pari della riqualificazione urbana che tanto chiasso ha causato sappiamo dedicare somme ed energie alla “funtana” ci ausipichiamo, inoltre, che per la fontana di ” novi cannola” possa esserci la medesima levata di scudi che ha visto il caso della fontana di piazza Crispi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.