Alessandria della Rocca, Caltabellotta, Comuni, Naro, Politica, Racalmuto, Santa Elisabetta

Elezioni a Racalmuto, Alessandria della Rocca, Naro, Santa Elisabetta e Caltabellotta. I Risultati finali e i Consigli Comunali

Questo articolo è stato visto 446 volte.

Si sono tenuti domenica 28 Aprile, le elezioni a Sindaco e del Consiglio Comunale dei Comuni di Racalmuto, Alessandria della Rocca, Naro, Santa Elisabetta e Caltabellotta. Vincenzo Maniglia, è il primo cittadino di Racalmuto. Giovanna Bubello ad Alessandria della Rocca; così come  Calogero Cattano,  a Caltabellotta. A Naro con 31 voti di scarto si conferma Sindaco, Mariagrazia Brandara mentre a Santa Elisabetta, Mimmo Gueli.


A Racalmuto con il 30,59% è il nuovo sindaco, è Vincenzo Maniglia, di cui il neo sindaco ha subito dichiarato: “Nei primi 100 giorni faremo partire i lavori al cimitero comunale, daremo ossigeno alle maestranze locali. Poi ci sarà una riorganizzazione dell’apparato burocratico del Comune, dobbiamo potenziare, valorizzare e subito dopo cominceremo ad organizzarci per avere una visione più ampia del progetto politico sul turismo. La costanza, la coerenza sono state determinanti. Avevamo fatto un progetto politico serio. Abbiamo costruito il progetto politico prima e poi abbiamo individuato la candidatura a sindaco e questo ci ha dato ragione perché la gente ha visto il progetto, non tanto il candidato sindaco Maniglia che, poi, per la sua storia politica ha fatto la differenza rispetto agli altri candidati”.  

Gli eletti al Consiglio Comunale sono: Irene Pensillo (detta Penzillo), Sergio Pagliaro, Carmelisa Gagliardo, Antonino Lauricella, Carmelo Falco, Angelo Curto, Marilena Bufalino Maranella, Ivana Mantione,  Cinzia Leone, Angelo Di Vita, Maria Zucchetto (detta Valentina) e Giuseppe Licata. 

Ecco le preferenze di tutti i candidati al consiglio comunale.

“Racalmuto riparte – Petrotto sindaco”: Sergio Alaimo: 86, Salvatore Alessi: 21, Salvatore Ferlisi: 22, Lucia Guagliano: 134, Gianluca La Bella: 22, Luigi Morreale: 99, Gioacchino Mulè: 74, Simona Taibi: 89, Giuseppina Rinallo: 69, Rossana Agrò: 32, Dario Navarino: 34 e Luigina Graci: 70.

“Lista per Racalmuto – Maniglia sindaco”: Paolo Agrò: 88, Marilena Bufalino Maranella: 238, Calogero (detto Lillo o Lilluccio) Conte: 214, Angelo Curto: 242, Carmelo Falco: 244, Carmelisa Gagliardo: 287, Antonino Lauricella: 271, Ivana Mantione: 228, Maria Grazia Morgante: 222, Sergio Pagliaro: 340, Irene Pensillo (detta Penzillo): 376 e Antonio Zaffuto: 184.

“SiAmo Racalmuto”: Rosario Canicattì: 254, Luigi Capitano: 137, Eduardo Chiarelli (detto Aldo): 176, Carmelo Collura: 123, Angelo Di Vita: 313, Giuseppe Licata: 274, Gabriella Mangione: 219, Maria Alessandra Palermo: 173, Lorena Gateana Paraldo: 137, Giuseppina Petrotto (detta Giusi): 241, Eduardo Spalanca: 154, Maria Zucchetto (detta Valentina): 305.

“Racalmuto Libera e Onesta”: Giuseppe Fucà: 67, Rossana Maria Pia Cino: 37, Salvatore Macaluso: 119, Ignazio Marchese: 108, Angela Maria Martorana: 121, Carmela Matteliano: 292, Dorotea Mulè: 86, Selene Pace: 34, Salvatore Petruzzella: 88, Luigi Scimè (detto Gigi): 194, Riccardo Scimè: 37, Silvia Antonella Terrana: 36.


A Santa Elisabetta con 960 voti è stato riconfermato, Mimmo Gueli, che ha dichiarato: “Questa riconferma è il frutto di 5 anni di lavoro intenso ed è il riconoscimento di quanto fatto da una intera squadra, che ha operato nell’interesse della città anche oltre i confini comunali, con impegno diretto e proficuo ad esempio all’Ati o nel distretto socio sanitario. Vincere un’elezione ed essere contestualmente riconfermato come sindaco uscente è sicuramente una cosa che ha un doppio valore, perché significa che i cittadini hanno riconosciuto l’impegno messo nell’accogliere le tante richieste che arrivano dal territorio”. 

Gli eletti alla carica di consigliere sono: Liborio Gaziano, Giovanna Iacono, Raimondo Rizzo, Mario Maurizio Sicorello, Maria Adriana Catalano, Erika Fragapane e Angelica Elisabetta Ciulla, Gaetano Catalano, Salvatore Antonio Gaziano e Maria Chiabisi.

Ecco le preferenze di tutti i candidati al consiglio comunale.

Lista “Per Santa Elisabetta il bene comune – Mimmo Gueli sindaco”: Maria Adriana (detta Adriana) Catalano: 210, Angelica Elisabetta (detta Angelica) Ciulla: 152, Erika Fragapane 187, Maria Assunta Fragapane: 137, Liborio Gaziano: 354, Giovanna (detta Ivana) Iacono: 280, Emilio Militello: 140, Raimondo Rizzo: 275, Mario Maurizio (detto Mario) Sicorello: 220, Giovanni Sicurello: 148.

Lista “Uniti per Santa Elisabetta – Progresso e democrazia – Catalano sindaco”: Gaetano Catalano: 6, Salvatore Antonio Gaziano: 191, Tabaka Ewa Dorota: 89, Maria Chirafisi: 119, Debora Mangione: 56, Alessia Rizzo: 50, Alessandro Salvatore Catalano: 62, Stefano Mongiovì: 20, Salvatore Milioto: 34, Giovanni Vancheri: 0.


Ad essere eletta ad Alessandria della Rocca, Giovanna Bubello, con il 76,91% di voti. Il neo sindaco ha dichiarato, non appena appresa la notizia della sua elezione: “Voglio ringraziare tutti i cittadini che mi hanno dato fiducia per la seconda volta, grazie ai candidati e ai gruppi politici che mi hanno sostenuta. Sono e sarò la sindaca di tutti. Chiederò la collaborazione all’altra lista, una collaborazione fattiva che possa servire nel solo interesse della comunità. Creiamo, una grande alleanza sociale per rilasciare questo territorio. Bisognerà fare rete per percorrere un cammino nuovo di sviluppo sostenibile per Alessandria della Rocca”. 

I consiglieri eletti sono: Mariella Greco, Anna Maria Micciché, Gianluca Mangione, Giovanni Comparetto, Salvatore Mangione Settecasi, Patrizia Perzia, Francesca Puglia, Antonino Scimè, Alessandro Puglia, Pasquale Allotta, Antonino Tamburello.

Ecco le preferenze di tutti i candidati al consiglio comunale.

Lista “Per una nuova Alessandria, Giovanna Bubello sindaco”: Stefano Armando Cannata, 56; Comparetto Giovanni, 210;   Greco Mariella 315; Mangione Gianluca, 278; Mangione Salvatore, 199; Micciché Anna Maria, 288; Perzia Patrizia, 156; Puglia Francesca, 145; Antonino Scimè, 128; Settecasi Antonella, 197; Vitello Giuseppe, 2.

Lista “Insieme per la rinascita, Giuseppe Guastella sindaco”: Leto Maria, 5; Perzia Domenico, 1; Sciortino Daniela, 9; Tamburello Antonino, 34; Vitello Pietro, 2; Pullara Francesco, 22; Puglia Alessandro, 97; Napolitano Gaspara, 2; Allotta Pasquale, 43.


A Caltabellotta si riconferma a Sindaco, l’uscente Calogero Cattano, che ha dichiarato: “Voglio puntare sul turismo seguendo il modello Cianciana, facendo in modo che la gente che arriva anche dall’estero acquisti le case.  Il Comune potrebbe fare da tramite. Poi, naturalmente, puntiamo ai servizi essenziali e sula pulizia del paese”.

Ecco le preferenze di tutti i candidati al consiglio comunale.

Lista “Liberamente Segreto sindaco”: Anna Augello: 117, Arianna Bellafiore: 106, Caterina Cusumano: 106, Giuseppe Geremia: 123, Vito Marsala: 222, Lilla Maria Perrone: 138, Patrizia Pumilia: 104, Gaspare Sala: 182, Paola Rosalia (detta Lia) Trapani: 92, Pina Daniela Turturici (detta Pinuccia): 122, Salvatore Turturici:124, Giuseppe Zito: 144.

Lista “Tradizione e futuro – Cattano sindaco”: Mario Abbruzzo: 193, Paola Augello (detta Maria Paola): 199, Pellegrino Barbiera (detto Pino): 101, Calogero Battaglia (detto Lillo): 102, Noemi Campo: 211, Maria Castrogiovanni: 206, Jessica Farina: 204, Giuseppe Paolo Genuardi: 146, Rino Granillo: 322, Daniela Grisafi: 168, Livia Grisafi (detta Stravalli Livia): 128, Biagio Marciante: 339.


A Naro, con 31 voti di scarto, si aggiudica la fascia a Sindaco, Mariagrazia Brandara, che ha dichiarato: “E’ un onore tornare a ricoprire la carica di sindaco della mia Naro. È stata una vittoria per me e per tutta la squadra che mi ha sostenuto fino a questa vittoria. Ringrazio i miei concittadini per la fiducia che hanno riposto in me. Adesso, insieme ai ragazzi della squadra che mi ha supportato inizieremo a lavorare da subito per la città”.

I consiglieri eletti risultano essere: Vincenzo Giglio, Nicolò Palmeri, Calogero Licata, Rosalia Arnone, Serena Cremona, Calogero Cangemi, Valentina Gueli Alletti, Salvatore Todaro, Giovanni Terranova, Cristina Scanio, Maria Teresa Geraci, Lillo Valvo.

Ecco le preferenze di tutti i candidati al consiglio comunale.

Mariagrazia Brandara, il sindaco per Naro“: Pasquale Burgio, 143; Valentina Craparo, 99; Maria Teresa Geraci, 144; Valentina Gueli Alletti, 190; Salvatore Perconti, 42; Cristina Scanio, 155; Giovanni Terranova, 171; Salvatore Todaro, 187; Lillo Valvo, 168; Vincenzo Incardona, 131; Calogero Cangemi, 311; Serena Cremona 342.

Insieme si può, Giglio sindaco“: Rosalia Arnone, 195; Gera Destro, 108; Angelo Gallo, 194; Calogero Licata, 210; Francesco Malluzzo, 160; Calogera Nicotra, 165; Salvatore Novella, 187; Nicolò Palmeri, 248; Giuseppe Piraino, 155; Leandra Ruggeri, 123; Alessia Schembri, 134; Maria Todaro, 171.

RivoluzioniAmo Naro“: Katia Brancato, 180; Maria Maniscalchi, 247; Salvatore Manzone, 87; Salvatore Milazzo, 138; Giovanni Ottavio Lo Brutto, 191; Giuseppe Passarello, 347; Pasqualina Platia, 104; Antonella Scanio, 291; Melinda Todaro, 194; Giuseppe Vaianella, 208; Antonino Verde, 214; Giuseppe Vinci 39.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.