Aragona, Sport, Volley

Esordio in casa della Seap Dalli Cardillo Aragona contro la Teatina Chieti, Di Giacomo: “Girone di altissimo livello tecnico, non è stata rispettata la vicinanza territoriale

Questo articolo è stato visto 173 volte.

La FIPAV ha diramato il calendario del girone D del campionato di serie B1 di pallavolo femminile per la stagione 2019/2020. Il prossimo 19 ottobre la Seap – Dalli Cardillo Aragona scenderà in campo alle ore 18 in casa, al Palasport Pippo Nicosia di Agrigento, contro il  Connetti.it Chieti. Poi due trasferte consecutive, domenica 27 ottobre, alle 17:30, contro le calabresi del Palmi, e sabato 2 novembre, alle ore 18:30, in Campania, a Terzigno, contro la C.M.O Fiamma Torrese. La squadra del presidente Nino Di Giacomo, alla quarta di campionato, in programma il 9 novembre, ospiterà l’Altino Pav Chieti. Alla quinta giornata, le ragazze del neo coach Luca Secchi saranno di scena ad Isernia per sfidare, alle ore 18, le padrone di casa dell’Europa 92. Per la sesta giornata di andata, la Seap – Dalli Cardillo Aragona affronterà, al “PalaNicosia” di Agrigento, la PVG Bari. Trasferta nuovamente in Campania, alla settima di campionato, il 30 novembre, per le biancazzurre che ad Arzano giocheranno contro le locali della Luvo Barattoli. Nell’ottava giornata, in programma il 7 dicembre, la Seap – Dalli Cardillo Aragona tornerà a giocare in casa contro la terza e ultima formazione di Chieti, la Virtus Orsogna. Il primo derby siciliano per la Seap – Dalli Cardillo Aragona è in calendario il 14 dicembre, alla nona giornata, alle ore 18, in trasferta a Santa Teresa di Riva contro la F. Schultze-V.Zuccaro Me. Alla decima di campionato, prima della lunga pausa per le festività natalizie e di fine anno, la Seap Aragona sfiderà in casa, il 21 dicembre, le foggiane della FLV Cerignola. Il campionato di B1 riprenderà l’11 gennaio 2020 con la Seap – Dalli Cardillo Aragona impegnata nel Lazio, precisamente nel piccolo comune di Sant’Elia Fiumerapido in provincia di Frosinone, contro le locali dell’Assitec Salus Per Selia. Alla dodicesima giornata, penultima del girone di andata, in calendario il 18 gennaio, la aragonesi ospiteranno le pugliesi della Zero 5 Castellana Grotte. Al giro di boa, nell’ultimo match del girone di andata, la Seap – Dalli Cardillo Aragona giocherà il secondo derby siciliano, ancora in trasferta, a Modica, contro la Pro Volley Team. La prima del girone di ritorno è in programma l’8 febbraio. Sono in tutto 26 le giornate, con l’ultima della regular season fissata per il 9 maggio. La prima classificata sarà promossa in A2, la seconda e la terza disputeranno i play off che inizieranno il 16 maggio. Non sono previsti play out e le ultime 4 classificate retrocederanno in serie B2. Il presidente della Seap – Dalli Cardillo Aragona, Nino Di Giacomo, dichiara: “E’ senza dubbio un girone di ferro che supera per valenza tecnica il girone A, da anni il più forte dei campionati di serie B1. Quest’anno nel nostro girone vi sono squadre fortissime, attrezzate per il salto di categoria, con giocatrici di serie A. Sarà un campionato bellissimo, avvincente, livellato verso l’alto e, sono certo, combattuto fino all’ultima giornata. Lo spettacolo è assicurato anche per la presenza in campo di atlete dall’indiscusso valore tecnico. Accettiamo il girone ma non condividiamo la composizione effettuata dalla Fipav. Non è stata per nulla rispettata la vicinanza territoriale. Nel nostro girone vi sono tre squadre dell’Abruzzo mentre Roma, che geograficamente si trova più in basso rispetto a Chieti, è stata inserita nel girone C, dove tra l’altro le squadre partecipanti sono tredici, dunque una gara ed una trasferta in meno. Si poteva benissimo equilibrare il girone inserendo Roma nel girone D, assieme all’Orsogna, la squadra della regione Abruzzo più vicina al sud e, visto l’assenza di una Società, lasciare il nostro girone a 13 squadre. Così facendo la Fipav avrebbe agevolato le squadre del sud permettendoci di effettuare una trasferta in meno e risparmiare qualche migliaio di euro. La considero una mancanza di rispetto per gli enormi sacrifici economici che fanno, soprattutto, le squadre del sud”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.