Agrigento, Comuni, Cronaca, Politica

Gibilaro: “puru i surci sono rinati e cambiati. Ora muzzicanu. Di chi è la responsabilità

Questo articolo è stato visto 227 volte.

Il consigliere comunale Gerlando Gibilaro interviene, con una nota stampa, su alcune problematiche locali. Ecco il testo della nota stampa: Assessore Battaglia gli agrigentini hanno bisogno di conoscere i contenuti della sua replica e nel contempo di fare le dovute considerazioni e perché no, anche qualche risata. Andiamo con ordine.
L’amministrazione Firetto mi pare che governa la città da quasi quattro anni percependo il massimo delle indennità previste dalla legge (compresa Lei),circostanze queste che non possono essere smentite da nessuno.
Avete avuto quattro anni di tempo a partire dal secondo semestre del 2015 per dotare il Comune del Piano d’azione per l’energia sostenibile e il clima e lo avete fatto solo di recente nonostante la Consigliera Carlisi da diverso tempo, attraverso mozioni votate dal Consiglio Comunale e interrogazioni, ne ha chiesto l’adozione!
Lei addebita responsabilità alla precedente Amministrazione,forse dimentica che l’On. Firetto in giunta aveva un suo uomo, l’attuale assessore suo collega,Amato,poi c’era anche l’attuale suo collega il prof. Muglia nonché il Consigliere Virone oggi Vice Sindaco!
Forse Lei non sa o fa finta di non sapere che quell’Amministrazione nel dicembre del 2013 aderì alla riqualificazione dei corpi illuminanti della città mediante una convenzione,circostanza questa che consenti un risparmio annuale di circa 350 mila euro consentendoci di proseguire il servizio!
Prendiamo che per Lei o chi per Lei le responsabilità vanno attribuite alle amministrazioni precedenti.
Come Lei ben sa o dovrebbe sapere nei giorni scorsi una signora appena uscita da un negozio in Via Piersanti Mattarella è stata morsa da un topo; è stata trasportata in ospedale dove ha ricevuto le prime cure e una prognosi di dieci giorni. Ora secondo me è venuto il momento di ridere.
Nell’era Firetto anche i topi sono cambiati, rinati peggio dei cani randagi.
Assessore Battaglia queste condizioni di terzo mondo a quale Amministrazione vanno addebitate a quelle degli anni 50,60,70,80 che non hanno fatto la derattizzazione? O a quelle di Di Mauro,di Scifo,di Sodano,di Piazza o di Zambuto?
Gli agrigentini vogliono continuare a conoscere il suo pensiero
Attendiamo!Recentemente il sindaco di Raffadali, Silvio Cuffaro, ricordava che in occasione del “giro d’Italia”2018 così dichiarò: “ la Sua Amministrazione non ha lesinato fiato nel chiedere, per il mio tramite, sostegno alla Polizia locale di Raffadali per potenziare i servizi di viabilità. Ben quattro ispettori (ossia il 50% della forza) son venuti “a gratis” a dar man forte ai colleghi agrigentini. Guarda caso nessuno si è chiesto quale costo abbia dovuto sostenere la mia Amministrazione in termini di disservizio locale e di spesa. In un’ottica di fattiva collaborazione tra Enti locali e di coordinamento tra forze di Polizia ritenevo e ritengo istituzionalmente corretto fornire solidarietà e soccorso reciproco. Spero tanto che l’Amministrazione di Agrigento esca dal suo splendido isolamento e che possa fare da traino alle esigenze dei comuni viciniori iniziando col dare cittadinanza alle loro iniziative. Concludo per confermare la piena e totale disponibilità “a gratis” della locale Polizia alle esigenze della Città capoluogo. La prossima volta abbia la città capoluogo la sensibilità di offrir loro almeno il pranzo”.Assessore Battaglia chi era l’assessore alla Polizia Urbana al tempo del “giro d’Italia 2018” che non ha avuto neanche la sensibilità di offrire il pranzo ai quattro Ispettori?
Assessore Battaglia chi era il Sindaco di Agrigento che non ha avuto questa sensibilità?
Di Mauro? Sodano? Piazza? Zambuto?
Assessore Battaglia chi è l’assessore ai servizi demografici di questo Comune cui gli agrigentini corrispondono 3.666,00 euro al mese nell’era della carta d’identità elettronica ove occorrono nove mesi?
Io,Lei,Di Mauro,Sodano,Piazza o Zambuto?
La verità caro Assessore Battaglia è una:gli agrigentini si sono svegliati dall’incapacità amministrativa e politica di un governo di cui Lei fa parte,che ha creato un solco con le parti sociali, le associazioni di categoria,sindacati,le periferie e i giovani. La città vive nella depressione questa è la verità. Una città invasa dai rifiuti,strade chiuse,strade vietate ai motocicli,centro storico che cade a pezzi,erosione fascia costiera,servizi non adeguati agli standard ecc,ecc.
Concludo ricordando che la valutazione di un’attività amministrativa va misurata dai problemi risolti,unico e chiaro indicatore dei passi avanti fatti rispetto alle amministrazioni precedenti.
Cosi è, se Le pare….diceva Luigi Pirandello”
.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.