Agrigento, Categorie, Comuni, Politica

I laureati in Scienze Motorie potranno finalmente aspirare all’adeguata valorizzazione.

Questo articolo è stato visto 636 volte.

“I laureati in Scienze Motorie potranno finalmente aspirare all’adeguata valorizzazione grazie ad una norma che permetta la tutela delle loro professionalità acquisite.  Non è accettabile, infatti,  che possa bastare un ‘semplice brevetto’ per scavalcare chi ha alle spalle cinque anni di studi universitari”. Così Giovanni Panepinto,  ha commentato l’approvazione da parte della commissione territorio ed ambiente del ddl, di cui è primo firmatario, e che vuole porre rimedio a  una  tale sottovalutazione    ristabilendo   una    più    rigorosa utilizzazione  e valorizzazione della laurea  in  scienze motorie nel mondo del lavoro.

“Il  laureato  in  scienze  motorie  può essere  una figura di grande importanza, – spiega il parlamentare Pd –  ma fino ad  oggi in Sicilia  questa  figura  è  stata richiesta soltanto da  quei  centri  e  da quella società sportive che forniscono servizi di qualità e  che  richiedono   determinate  competenze,  dalla   ginnastica funzionale  per  anziani alla preparazione  atletica  per  sportivi   evoluti,  nonché  dai  centri   affiliati   al   C.O.N.I..  Da  qui  la necessità di questo  provvedimento    legislativo che crea nuove opportunità di tutela della professione e allo stesso tempo apre nuove opportunità di lavoro per i giovani siciliani. Spero – conclude Panepinto – che il parlamento comprenda l’importanza di un disegno di legge nato con la collaborazione degli ordini professionali e dei laureati e portato avanti grazie all’impegno dei componenti PD della quarta Commissione, Marika Cirone, Fabruizio Ferrandelli, Concetta Raia e Gianfranco Vullo  e che potrebbe essere approvato in tempi brevi”.

La Redazione

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.