Aragona, Sport, Volley

Il Castellana Grotte sbanca il PalaNicosia e approda in B1, la Seap Aragona spera nel ripescaggio

Questo articolo è stato visto 73 volte.

Niente da fare per la Seap Pallavolo Aragona. La formazione di coach Paolo Collavini perde ad Agrigento lo spareggio playoff contro il Grotte Volley Castellana, che approda con merito in Serie B1. Il sestetto pugliese, in un “PalaNicosia” stracolmo di tifosi, si è imposto con il punteggio di 3 a 1. La Seap Aragona ha letteralmente dominato il primo set, per poi cedere di schianto sotto i colpi di una scatenata Grotte Volley Castellana, trascinata dalle schiacciatrici Valentina Civardi e Adriana Kostadinova. Le biancazzurre, nel quarto set, hanno provato ad allungare la partita al tie-break, ma nei momenti topici sono incappate in errori madornali che hanno consentito alle ospiti di chiudere anzitempo la contesa e di conquistare la B1. La Seap Aragona è scesa in campo con Baruffi in palleggio, Biccheri opposto, Composto e Macedo centrali, Falcucci e Cammisa martelli ricevitori, Marangon libero. Nel corso del match sono entrate Gabriele, Sicorello, Do Nascimento, Valente e Cusumano. La squadra pugliese, allenata da Massimiliano Ciliberti, ha risposto con il collaudato sestetto tipo: Di Bert in regia, Loddo opposto, Salamida e Kabunda centrali, Kostadinova e Civardi martelli ricevitori, Giombetti primo libero. Durante la gara ha trovato spazio anche la giovanissima Stefania Recchia. L’inizio di partita è un autentico show della Seap Aragona che batte benissimo, riceve e difende con grinta, e martella il Grotte Volley Castellana da ogni zona del campo. I parziali sono a dir poco imbarazzanti: 8-3, 16-10, 21-14. Il set termina in fretta 25-16 con l’errore in battuta di Laura Loddo. La formazione pugliese ritorna in campo con maggiore determinazione ed inizia tutta un’altra partita. Kostadinova e compagne riducono i margini di errore, mentre la Seap sbaglia tanto. L’ Aragona perde la concentrazione, non riesce più a giocare di squadra e consente alle ospiti di vincere agevolmente il secondo set 25-13 con il punto firmato da Valentina Civardi. Il terzo set è equilibrato, ma nei momenti decisivi il Castellana Grotte riesce a dimostrare tutta la propria forza e la grande organizzazione di gioco. La Seap Aragona, invece, continua a commettere tanti errori, anche in battuta, determinanti per le sorti finali del set che termina 20-25. Il sestetto di coach Collavini, trascinato dai tifosi, riesce a tornare incisivo nel quarto set. Le biancazzurre approfittano di un leggero calo fisico e di concentrazione delle avversarie per provare ad allungare la partita al quinto set. Aragona è avanti 20-17 prima e 21-19 dopo. E proprio sul più bello la squadra aragonese, inspiegabilmente, stacca la spina ed esce definitivamente dal match. Il Castellana Grotte è ordinato in ricezione e costruisce con caparbietà gli attacchi del pareggio e del sorpasso decisivo. La Seap Aragona riesce ad agguantare il 23 pari, ma le pugliesi non demordono, vanno in vantaggio e chiudono al primo match point: 23-25. A fare festa è il sestetto pugliese, per la Seap Aragona lacrime e delusione. Lo sportivissimo pubblico di casa ha tributato un lungo applauso alle due formazioni che fin da gara 1 hanno offerto uno spettacolo degno di altre categorie. In serie B1 potrebbe andarci anche la Seap Aragona attraverso il ripescaggio. Come ribadito al termine della partita in sala stampa dal presidente Nino Di Giacomo, la Seap Aragona, in virtù del miglior piazzamento come seconda classificata nei nove girone di B2, avrà la possibilità di un eventuale ripescaggio per la promozione in serie B1, grazie anche alla riforma dei vari campionati.  

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.