Comuni, Cronaca, Lampedusa

Il CGA sospende la demolizione di un fabbricato a Lampedusa

Questo articolo è stato visto 144 volte.

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana, ha accolto il ricorso cautelare proposto da una signora di Lampedusa, difesa dall’Avv. Vincenzo Caponnetto, avente ad oggetto la demolizione di un dammuso, ritenuto abusivo.

I Giudici del gravame hanno condiviso la prospettazione difensiva dell’appellante per cui il provvedimento di diniego della sanatoria edilizia presentava una motivazione limitata, anche alla luce del fatto che il dammuso, in questione, era risalente nel tempo, nonché che la pregressa ordinanza comunale di demolizione essendo stata seguita dalla presentazione della domanda di condono edilizio, avrebbe dovuto comunque essere rinnovata.

La controversia ha avuto diverse e particolari vicende giudiziarie, in relazione alle quali il difensore ha potuto precisare e provare alcune circostanze, di fatto e di diritto, concernenti la data dell’esecuzione dell’opera, l’inapplicabilità delle norme prescrittive e sanzionatorie, che venivano opposte alla domanda di condono edilizio legittimamente richiesta dalla interessata.

Pertanto, l’ordinanza del CGA ha sospeso la demolizione dell’opera già deliberata dal Comune.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.