Agrigento, Comuni, Cultura & Spettacolo, VIDEO

Incontro- dibattito sul tema “Famiglie connesse o diconnesse? Social, media& family” GC

Questo articolo è stato visto 111 volte.

Domenica  17 Novembre alle ore 17.00 presso il salone Don Milani della Basilica dell’Immacolata si terrà un incontro- dibattito sul tema “Famiglie connesse o diconnesse? Social, media & family”, promosso dalla pastorale familiare dell’Unità parrocchiale Mater Misericordiae.

Relatori saranno il prof. Francesco Pira, sociologo, don Mimmo Zambito , giudice del tribunale Ecclesiatico di Agrigento.

Introdurrà i lavori il Parroco Don Giuseppe Veneziano; coordinatori saranno Gerlando Picone e Giovanna Cavaleri, responsabili delle famiglie dell’unità pastorale Mater Misericordiae.

Su questo evento la prof.ssa  Giovanna Cavaleri,  dichiara: “Oggi incarnare il Vangelo nella famiglia vuol dire affrontare dei temi assolutamente attuali e urgenti. Dobbiamo confrontarci con  le nuove sfide educative, sottolineate anche dalla Chiesa nei suoi ultimi  documenti come l’esortazione apostolica “Amoris Laetitia”.

In riferimento alla rivoluzione digitale, questa capacità di essere sempre connessi e per certi versi collegati alle persone che amiamo, con cui lavoriamo o che semplicemente frequentiamo nel nostro tempo libero, ha sicuramente ridotto il tempo tecnico con cui comunicare, ma ha anche ampliato le distanze tra le persone, a volte, anche in famiglia.

Altre connessioni vitali, mentali e affettive occorrono per rendere una famiglia capace di incarnare il Vangelo. Rafforzare l’educazione è il compito dei genitori che si trovano a volte smarriti di fronte ai cambiamenti insorti con le nuove tecnologie. Organizzare incontri dibattiti con le famiglie attraverso la presenza di relatori qualificati   è non solo utile ma necessario per la crescita delle relazioni all’interno della famiglia. Figli si nasce genitori si diventa!  “

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.