Altri Sport, Canicattì, Sport

Juniores Nazionali semifinale di ritorno. Il Canicattì esce a testa alta contro i campioni d’Italia in carica che vanno nuovamente in finale.

Questo articolo è stato visto 1.856 volte.

Il Tor di Quinto, grazie ad una doppietta di Gianluca Libertini, si aggiudica per 2-0 la sfida di ritorno della semifinale del campionato Nazionale Juniores e conquista la finalissima. I campioni d’Italia in carica del Tor di Quinto, anche al “Bordonaro” hanno dimostrato di essere squadra esperta e compatta, hanno saputo soffrire rintuzzando gli attacchi del Canicattì la cui prestazione è stata per 70’ da incorniciare. Ai ragazzi di Giordano è mancato solo il gol e uno stoccatore che invece dall’altra parte del campo, tale Libertini ha regalato la finale ai romani. L’ingresso in campo delle due squadre è commovente, spalti gremiti, tifo alle stelle e applausi scroscianti per i biancorossi e anche per i campioni d’Italia La partenza dei padroni di casa è a spron battuto. Al 2’ Greco conclude alto. Al 4’ azione pericolosa di Coniglio il tiro va di poco a lato. Al 7’ Bellomonte mette in mezzo, taglio di Onolfo il tiro è parato da Carolis. Al 11’ Bellomonte si accentra, ma calcia debole, facile la parata a terra di Carolis. Al 19’ una gran punizione di Greco trova i guantoni di Carolis, che alza in angolo. Al 21’ si fanno vivi gli ospiti con una punizione di Libertini, che impegna Di Paola alla parata. Al 23’ angolo di Greco, colpo di testa di Attardo con la sfera che si perde di poco a lato. Al 27’ deliziosa palla filtrante in area di Greco per Coniglio, l’attaccante non arriva per un soffio sul pallone. Il primo tempo si chiude con la conclusione di Bellomonte parata dall’attento Carolis. I biancorossi chiudono la prima frazione con un 8-0 nel computo dei calci d’angolo battuti, ma non bastano per violare la porta del Tor Di Quinto. Il secondo tempo inizia sulla stessa falsa riga, cioè con il Canicattì proteso in avanti. Al 63’ Onolfo ha la palla buona per fare breccia, ma da pochi passi calcia debole tra le braccia del portiere ospite. La legge del calcio è spietata e al 68’ arriva il vantaggio della formazione di mister Moretti. Su un lancio dalle retrovie di Corsetti, non  intercettato dall’ottimo Caronia, si inserisce Libertini, che supera in uscita con un tocco delizioso Di Paola depositando in rete. Il gol taglie le gambe al Canicattì, il Tor di Quinto dopo tanta sofferenza fa festa, la finale è ad un passo. Il Canicattì più con la forza dei nervi che con la testa, prova a pareggiare, ma non è giornata e al 85’ subisce la rete del raddoppio frutto di una pregevole azione personale di Libertini, che dribbla in progressione due avversari e deposita alle spalle dell’incolpevole Di Paola. Un gran gol per il ragazzo romano, che riceve gli applausi dello sportivissimo pubblico di casa. Nel finale al 90’ Acanfora colpisce il palo, ma per quanto visto in campo sarebbe stato un po’ troppo per un Canicattì che merita un 10 e lode per quanto ha fatto per tutta la stagione, che sarà ricordata per tanto tempo perchè essere una delle quattro migliori squadre d’Italia è davvero una bella soddisfazione. Al fischio finale il lungo applauso del pubblico sia per il Canicattì, che per i campioni d’Italia del Tor di Quinto ne è ampia testimonianza.

Canicattì: Di Paola, Baldarelli (75’ Vaccarello), Montana Lampo, Sardone, Attardo (46’ Inglima), Caronia, Onolfo (70’ Giardina), Greco, Coniglio (54’ Morreale), Bellomonte (89’ Calà), Condello. All. Luigi Giordano.

Tor di Quinto: Carolis, Pellegrini, Corsetti, Staffa, Pava (70’ Celesti), Cancrini, Acanfora, Mattei (75’ Pitzalis), Russo (80’ Matera), Libertini (87’ Berardelli), Muscuso (60’ Timperi). All. Marco Moretti.

Arbitro: Gigliotti di Cosenza.         

Reti: 65’ e 85’ Libertini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.