Aragona, Comuni, Cronaca, Politica

Le famiglie dei disabili gravi e gravissimi di Aragona presso il Comune alla presenza del Sindaco Peppe Pendolino

Questo articolo è stato visto 2.218 volte.

Giovedì scorso 30 agosto le famiglie dei disabili gravi e gravissimi di Aragona si sono riunite presso Il Comune alla presenza del Sindaco Peppe Pendolino per ringraziarlo insieme all’assessore Stefania Di Giacomo e al responsabile del servizio sociale Dr Rosario Monachino per la pubblicazione dell’avviso INTERVENTI DOMICILIARI PER I DISABILI GRAVI residenti presso il comune di Aragona la cui scadenza per la presentazione delle domande è fissata il 20 settembre. Presente all’incontro c’era anche Angela Zicari presidente della Federazione Regionale Movimento Noi liberi da sempre impegnata nella lotta per la difesa dei diritti delle persone con disabilita’ Per le persone disabili gravi di Aragona, la pubblicazione di questo bando rappresenta un importante passo avanti poiché rispetta il diritto alla LIBERA SCELTA secondo quanto previsto dalla legge regionale n.8 del maggio 2017, contrariamente a quanto invece ribadito in questi giorni dal Decreto Regionale del Presidente Musumeci. “Rispettare la libertà di scelta, significa rispettare la dignità della persona disabile che ha diritto a scegliere dove vivere, come vivere e da chi farsi assistere. Vogliamo quindi ringraziare il nostro Sindaco per la sensibilità dimostrata, per aver dato risposte concrete ai bisogni assistenziali dei suoi cittadini non autosufficienti. Per noi è un esempio di BUONA POLITICA a sostegno della famiglia che rappresenta il pilastro fondamentale della società, è il primo luogo in cui la persona disabile riceve cura ed assistenza con tanto amore e senso di responsabilità e, con o senza la presenza dello Stato”. Destinare il 10% delle somme trasferite ai Comuni da parte della Regione esercitando il diritto alla libera scelta tra formula diretta ed indiretta, ha inoltre significato per noi famiglie Aragonesi vedere riconosciuta la figura del familiare Caregiver, di colui cioè che si prende effettivamente cura della persona con disabilita’, rinunciando spesso alla sua stessa vita e alla carriera lavorativa.” Per la persona disabile il sostegno economico rappresenta una risorsa per poter vivere meglio, per poter essere il più possibile indipendente, per acquistare ad esempio ausili che lo aiutino a superare situazioni di disagio o per scegliersi la persona che si possa sostituire alle sue abilità mancanti così da migliorare la qualità della vita non solo all’interno delle mura domestiche, ma anche all’esterno e poter vivere normalmente una vita fatta anche di relazioni sociali. In questa giornata di incontro tra famiglie e Comune oltre che ringraziare il Sindaco Pendolino, le persone disabili rappresentate dai loro familiari, hanno inoltre chiesto al Sindaco Pendolino, particolarmente sensibile alle problematiche delle persone con disabilita come ha già dimostrato, di appoggiarli insieme alla Federazione presieduta da Angela Zicari nella manifestazione di giorno 10 settembre a Palermo davanti Palazzo d’Orleans contro i criteri stabiliti dal Decreto Musumeci che prevede tra le altre cose, la riduzione dell’assegno di cura ai disabili gravissimi e precludere ai gravi la libera scelta, imponendo agli stessi servizi territoriali che stravolgerebbero un contesto di vita già avviato. Impedire la libertà di scelta significherebbe anche costringere i Sindaci a non poter più assicurare ai loro cittadini disabili gravi il tipo di assistenza domiciliare prevista dall’avviso pubblico che, come già specificato, garantisce sia la libera scelta che la figura del familiare caregiver. Sarebbe come fare un enorme passo indietro! Naturalmente, come le famiglie di Aragona si aspettavano, il Sindaco Peppe Pendolino insieme all’assessore Stefania Di Giacomo non ha esitato a schierarsi al fianco dei suoi cittadini disabili e delle loro famiglie. Soddisfatta dell’esito di questo incontro anche la Presidente della Federazione Angela Zicari.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.