Calcio, Cammarata, Palermo, Sport

Mangiapane rilancia il suo Kamarat. Renato Maggio intravede la salvezza.

Questo articolo è stato visto 676 volte.

Vittoria di rigore per il Kamarat contro l’arcigno e combattivo Balestrate sconfitto grazie ad un  calcio di rigore trasformato al 18’ dal capitano Daniele Mangiapane. Questo l’episodio che ha deciso a favore dei biancazzurri in un match molto combattuto, che proietta sempre più verso la salvezza la giovane squadra di Renato Maggio. Ad indurre l’arbitro Augello a decretare la massima punizione un fallo di mani in barriera su una forte punizione calciata da Mangiapane, che gli ospiti hanno contestato ritenendo che il proprio giocatore si era solamente parato il viso della pallonata diretta in faccia, Il Kamarat è stato poi caparbio a difendere il vantaggio e a sfiorare il raddoppio che non è arrivato. << Importante era conquistare i tre punti che proiettano i miei ragazzi verso la salvezza dice – Maggio – siamo in semifinale di coppa Italia e pertanto visto la giovane età della mia squadra mi ritengo soddisfatto.

Kamarat: Ilardi, Bellomo, Como, Tirrito, Mangiapane, Macaluso, Traina (77’ Giacalone), Giammanco, Gnoffo, Vaccaro, Di Marco. All. Renato Maggio.

Balestrate: Rizzo, Bado, Platano (20’ Cilluffo), Virzì (74’ Cassano), Traore, Toure, Lo Monaco, Coulibaly, Russo (81’ Sanogo), Marchese, Agrusa. All. Cosimo Scrivano.

Arbitro: Andrea Augello di Agrigento; assistenti Salvatore Cacciatore e Calogero Lo Giudice di Agrigento.

Rete: 18’ Mangiapane su rigore.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.