Agrigento, Comuni, Cronaca, Politica

MANIFESTAZIONE ACQUA PUBBLICA: Nota stampa della Lega agrigentina

Questo articolo è stato visto 115 volte.

Quanto accaduto giovedì pomeriggio dinanzi al municipio di Agrigento è inaudito, gravissimo, preoccupante per la democrazia di questo paese”. Una manifestazione di piazza organizzata da alcune associazioni per chiedere l’acqua pubblica è stata trasformata in un discutibile e indegno esercizio di censura del libero pensiero.
Il commissario provinciale Massimiliano Rosselli, il commissario cittadino Francesco Di Mare, con le consigliere comunali del capoluogo Rita Monella e Nuccia Palermo, il responsabile del gruppo Giovani Salvatore Cuntreri e i rappresentanti delle sezioni di altri comuni della provincia, stigmatizzano il clima decisamente ostile nei confronti del partito.
“Essere ricoperti da insulti e con il divieto a prendere la parola, da parte degli organizzatori dell’evento non è stato gradevole. La manifestazione ha visto la Lega agrigentina prendervi parte senza bandiere esposte, solidarizzando con i manifestanti sul tema dell’acqua pubblica, ricevendo in cambio epiteti come “fascisti”, “vergognatevi”. Vista l’aria che tirava abbiamo deciso di non insistere nel chiedere di intervenire, evitando di accendere gli animi di chi non voleva che esercitassimo il diritto alla libera espressione.
A chi dice “no alle strumentalizzazioni politiche”, la Lega risponde “no alla censura di sinistra su un tema, l’acqua, che non ha colore politico”. Con l’amaro in bocca per quanto accaduto, la Lega rilancia il proprio impegno sulla questione acqua pubblica e promette costante impegno sulle emergenze che attanagliano il territorio agrigentino.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.