Agrigento, Aragona, Sport, Volley

Massimo Dibenedetto è il quarto candidato nella squadra di Nino Di Giacomo. “Cooperazione, condivisione ed ascolto per ripartire”.

Questo articolo è stato visto 67 volte.

A poco più di un mese delle elezioni per comporre il board che guiderà il il Comitato Regionale Siciliano di Fipav nel quadriennio 2021-2024, in programma il prossimo 28 febbraio nell’ambito dell’Assemblea Periferica ordinaria FIPAV Sicilia, la squadra di candidati al Consiglio Regionale al fianco di Nino Di Giacomo si arricchisce di una nuova figura ufficiale.
Massimo Dibenedetto rappresenta ill quarto componente del team che affiancherà Di Giacomo nella corsa alla Presidenza di Fipav Sicilia ed incarna quelle doti di competenza e professionalità tanto care al candidato Presidente e più volte richiamate nel suo manifesto collettivo, il piano programmatico sul quale si dovrà reggere la nuova Fipav Sicilia.
Un curriculum ed un trascorso professionale di altissimo livello: Dibenedetto è Laureato in Scienze del Governo e dell’Amministrazione presso l’Università di Catania ed esercita la professione di Consulente Finanziario ed Assicurativo. Opera come Agente in attività finanziaria per rinomati Istituti Bancari. Inoltre per più di 20 anni ha ricoperto la qualifica di Amministratore Comunale della Città di Ispica (RG), spaziando dal ruolo di Presidente del Consiglio Comunale fino a quello di Assessore allo Sport e ai Servizi Sociali.
Non solo lavoro ma anche tanto impegno nel sociale per il candidato consigliere regionale, attivo da molti anni come Volontario della Protezione Civile, ruolo ricoperto con grande abnegazione e sempre in prima linea che lo ha portato anche ad operare durante molte emergenze regionali e nazioni, come quella Covid che ci sta interessando da vicino.
Ma il primo grande amore del candidato rimane la pallavolo. Avvicinatosi da giovanissimo al movimento pallavolsitico, Dibenedetto non ne ha più potuto fare a meno, ricoprendo tutti i ruoli da giocatore a dirigente passando per quello di tecnico. Un percorso da appassionato vero che lo ha portato finanche a ricoprire nell’ultimo quadriennio la carica di Consigliere Territoriale del C.T. Fipav “Monti Iblei”.
Un appassionato, dunque, ma anche un profondo conoscitore del nostro movimento sportivo, fortemente convinto dell’importanza di cooperazione e condivisione: “Ognuno di noi ha dei doni, delle peculiarità, delle caratteristiche e delle esperienze che occorre condividere con gli altri per raggiungere grandi risultati – queste le parole di Massimo Dibenedetto – il nostro è un movimento ricchissimo, dotato di potenzialità enormi e di peculiari caratteristiche che fanno capo ad ogni territorio della nostra splendida isola. Proprio per questo sono fermamente convinto che l’immediato rilancio del nostro network regionale non possa prescindere dall’attenzione verso il territorio: Fipav Sicilia ha il dovere di ascoltare le nostre Società ed i nostri tesserati rispondendo alle loro necessità ma anche condividendo ciò che di buono ognuno di noi porta al movimento. Solo cosi potremo garantire un nuovo futuro alla pallavolo siciliana”.
“Ha profonda ragione Dibenedetto quando parla di cooperazione, ascolto e dialogo – questo il commento di Di Giacomo alle parole del candidato consigliere – Con lui ci siamo confrontati molto spesso su questi temi e condividiamo con assoluta convinzione questa linea, fondamentale per il rilancio di Fipav Sicilia e del nostro movimento. Dibenedetto tra l’altro, cosi come anche gli altri componenti della mia squadra, incarna perfettamente i criteri di competenza, professionalità ed amore per il nostro sport che più volte ho evidenziato come necessari per promuovere il deciso rilancio della pallavolo siciliana: punteremo con convinzione sulla valorizzazione e sulla qualificazione di queste figure per sviluppare un progetto solido ed altamente innovativo, con la certezza che avremo sin da subito i risultati che ci prefiggiamo. Benvenuto in squadra!”.
“Sostenere ufficialmente Nino Di Giacomo nella sua corsa alla presidenza di Fipav Sicilia non può che inorgoglirmi – conclude Dibenedetto – Sappiamo tutti quanta competenza ed esperienza porta con sé e può mettere a disposizione del nostro movimento. Con lui sono convinto che potremo costruire sinergie importanti a livello territoriale, anche nei confronti delle Istituzioni locali e regionali, costruendo percorsi e strumenti inclusivi e di intervento sociale, fondamentali per il contrasto alla passività che attanaglia i nostri giovani sempre più ostaggio dei social e del mondo digitale. Proprio per questo partiremo dalle scuole, costruendo delle sinergie tra istituzioni scolastiche ed anche istituzionali locali con le società del territorio, al fine di sviluppare un circolo virtuoso utile alla crescita di tutti”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.