Aragona, Comuni, Cronaca, Politica

Morte Don Baldassare Meli. Nota stampa del Sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino

Questo articolo è stato visto 428 volte.

Morto questa mattina, per un tumore che lo ha consumato in pochi mesi, don Baldassare Meli, che ha incarnato il volto della Chiesa operante con gli ultimi di ogni etnia e con i più piccoli. Importante fu anche il lavoro svolto negli anni a Palermo, nel quartiere di Ballarò, dove diede un contributo straordinario a far emergere un quadro inquietante che vedeva numerosi bambini del territorio vittime di violenze e abusi, nel silenzio delle istituzioni.

«Oggi, tutti lo piangono. Don Baldassare era una persona semplice che si poneva anche traguardi audaci. La sua malattia, in quest’ultimi mesi lo aveva sottratto ai suoi amati e cari fedeli che facevano fatica ad accettare questo suo inesorabile distacco.

Un dolore ancora maggiore per i suoi cari familiari attorno ai quali si stringe l’Amministrazione Comunale e l’intera comunità aragonese –  scrive in una nota a nome della città di Aragona, il Sindaco Giuseppe Pendolino, che ricorda il sacerdote come figura che lascia un’eredità morale e spirituale straordinaria, difficile da colmare. Il suo ministero è stato caratterizzato dall’umiltà e dalla sobrietà. Per lui, il Vangelo “erano i deboli, gli ammalati e soprattutto i giovani” ricorda l’amministrazione. Ha cresciuto intere generazioni, che particolarmente negli anni 80, 90 ed i primi anni del 2000, si sono alimentate ai suoi insegnamenti di fede e di vita.

L’emergenza sanitaria da Coronavirus purtroppo non consentirà alla città di rendergli gli onori che merita ma  appena sarà possibile, l’Amministrazione Comunale, concorderà con i Parroci di Aragona ed i suoi familiari, l’occasione per raccogliere le sue testimonianze di vita e di fede per custodirle nel tempo e per riproporle nel solco tracciato da una figura bella ed intensa come Don Baldassare, il cui esempio, sarà sempre vivo ed attuale».

La camera ardente è stata allestita presso la parrocchia Santa Lucia di Castelvetrano e rimarrà aperta oggi dalle ore 11 alle 22 e domani (domenica 28 giugno) dalle ore 10 fino alle 22. Sarà consentito l’accesso soltanto a coloro muniti di mascherina chirurgica. I funerali saranno celebrati lunedì, a cui presiederà il Sindaco Pendolino per rendere omaggio alla salma di Don Baldassare Meli.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*