Comuni, Cronaca, Sciacca

Prg, Nuovi chiarimenti dell’assessore all’Urbanistica Settecasi

Questo articolo è stato visto 336 volte.

L’assessore all’Urbanistica Gioacchino Settecasi risponde ai contenuti di una nota diffusa dal gruppo di Mizzica sul Prg: “Siamo sulla buona strada – ribadisce l’assessore Settecasi –. Lo strumento urbanistico va verso la fase conclusiva. La città, tutta, deve gioire per l’ultimo recente e importantissimo tassello in questo lungo iter del Piano Regolatore Generale. Sto parlando dell’approvazione, da parte dell’assessorato regionale Territorio e Ambiente, della Vas, la valutazione ambientale strategica del Prg. E così mi è sembrato di cogliere con soddisfazioni da parte anche di ex amministratori che si sono occupati di un procedimento che, per la sua lunghezza, abbraccia nel tempo tante amministrazioni. Non capisco allora come non si possa gioire per una notizia del genere, che arriva dopo anni di attesa. Dal gruppo di Mizzica mi sarei dunque  aspettato altro e non quanto dichiarato con una recente nota alla stampa. A proposito delle misure di salvaguardia, ho già chiarito la situazione in una nota dello scorso 30 aprile riportando la cronologia di tutti i passaggi burocratici. Hanno ancora la loro efficacia visto che tutti gli atti sono stati trasmessi alla Regione entro il termine previsto per legge e cioè entro un anno. A riprova di ciò, a una nostra richiesta di proroga, la Regione ci ha fatto sapere formalmente, per iscritto, che le norme di salvaguardia hanno una durata di cinque anni.  Per quanto riguarda le osservazioni e le controdeduzioni al Prg, la questione è molto semplice. Il loro esame, da parte della Regione, era legato al via libera sulla Vas. Una volta approvata, come da recente decreto, l’Amministrazione comunale provvederà a inviare tutto l’incartamento alla Regione Siciliana. A proposito, infine, della questione degli eventuali ricorsi dei cittadini, cui Mizzica fa cenno nella sua nota, non si capisce come questo Comune possa essere responsabile di atti che seguono coerentemente le linee guida dettate dalla Regione Siciliana”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.