Comuni, Cronaca, Cultura & Spettacolo

Prima celebrazione Eucaristica di Don Francesco Parello ad Aragona

Questo articolo è stato visto 102 volte.

E’ stato un momento commovente per quel ragazzo che sin da piccolo all’età di otto anni, sia andato via del suo paese, per motivi lavorativi del padre. Ieri, 18 Ottobre 2020, presso la Chiesa San Francesco di Aragona, assieme a Don Renato Nocera, parroco della Chiesa, e Don Giuseppe Cumbo, hanno ufficializzato la prima Celebrazione Eucaristica di don Francesco Parello, dove è cresciuto nella sua infanzia. Presente alla Celebrazione Eucaristica, il Sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino, che commenta: “Un ragazzo di grandi risorse. Siamo contenti, noi della comunità di Aragona, che Francesco, ci abbia onorato della sua presenza con una Celebrazione Eucaristica. Non è il primo che prende la strada del sacerdozio, perchè negli anni, molti aragonesi, sono entrati in Seminario e subito dopo hanno preso ufficializzato il sacerdozio. Speriamo che in futuro ritorni a celebrare l’Eucarestia, nella nostra comunità”.

Francesco Parello, nato ad Agrigento il 25 dicembre 1991. All’età di 8 anni ha seguito la famiglia trasferitasi in lucchesia per lavoro e qui ha proseguito anche il suo cammino di fede. Si è formato poi nel Seminario Arcivescovile di Lucca dal 2011 al 2019. È stato ordinato diacono il 10 novembre 2019 da mons. Paolo Giulietti. Francesco, contestualmente alla formazione in Seminario, ha proseguito i propri studi universitari a Pisa fino alla laurea triennale in beni culturali specializzandosi in archeologia e sta andando avanti con gli studi nell’ateneo pisano. Come primo incarico da prete, collaborerà con le parrocchie di Sant’Anna e San Donato a Lucca e ricoprirà il ruolo di assistente spirituale della sezione lucchese della Fuci (Federazione universitari cattolici italiani).

Ordinato presbiterio nella cattedrale di Lucca, lo scorso 6 settembre, da Monsignor Paolo Giulietti, assieme ad altri due compagni di viaggio apostolici, Damiano Bacciri di 45 anni e Luigi Angelini di 37 anni.  La celebrazione era stata rimandata di pochi mesi a causa della pandemia, con una partecipazione di fedeli comunque contingentata all’interno della Cattedrale, per le norme anti-contagio.

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.