Ribera: Reddito di Inclusione dal 1° luglio 2018 stop ai requisiti familiari

Questo articolo è stato visto 293 volte.

Si porta a conoscenza della cittadinanza che la Legge di Bilancio 2018 ha inteso facilitare l’accesso al ReI abrogando, dal 1° luglio 2018, tutti i requisiti familiari. Ne deriva che da tale data non è più necessario rispettare i requisiti familiari ma semplicemente quelli economici oltre a quelli di residenza e soggiorno.
Altra novità introdotta è l’erogazione una tantum del beneficio economico qualora lo stesso sia di ammontare inferiore o pari a 20 euro su base mensile.
Quindi, nelle ipotesi in cui, a seguito dell’istruttoria, l’importo mensile del beneficio economico connesso al ReI spettante per il primo mese sia pari o inferiore a 20 euro, tale importo sarà moltiplicato per la durata del beneficio ed erogato, anticipatamente, in un’unica soluzione su base annua. Ultima novità riguarda l’importo del ReI, che viene incrementato del 10% rispetto alla formulazione originaria. Pertanto, i nuovi importi, annuali e mensili, previsti per il 2018 sono i seguenti:
 numero componenti 1 beneficio massimo mensile € 187,50;
 numero componenti 2 beneficio massimo mensile € 294,38;
 numero componenti 3 beneficio massimo mensile € 382,50;
 numero componenti 4 beneficio massimo mensile € 461,25;
 numero componenti 5 beneficio massimo mensile € 534,37;
 numero componenti 6 o più beneficio massimo mensile € 539,82.
“Attualmente i beneficiari del Reddito di Inclusione, afferma l’Assessore Avv. Francesco Montalbano, sono circa 100 nuclei familiari, che usufruiranno di questo beneficio per 18 mesi prorogabili per altri 6. Grazie al ReI, che è una forma di contrasto alla povertà, si sta conseguendo a dare un sostegno economico alle famiglie meno abbienti e tramite la sottoscrizione dei progetti personalizzati ad un successivo inserimento nell’ambito lavorativo”. Dal 1° luglio, afferma il Sindaco Carmelo Pace, grazie all’eliminazione dei requisiti familiari la platea dei beneficiari sarà ampliata, pertanto, i fruitori di tale sostegno saranno sicuramente in misura superiore. Si coglie l’occasione per indirizzare i cittadini, che ne abbiano i requisiti, a recarsi presso gli uffici Servizi Sociali e presentare relativa domanda”.

Replica con un Commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.