Aragona, Sport, Volley

Sabato la sfida interna contro la Nemesi Stabia

Questo articolo è stato visto 214 volte.

 La Seap Pallavolo Aragona sabato prossimo, 2 febbraio, sfiderà la Nemesi Castellammare di Stabia, per la prima giornata di ritorno del campionato di serie B2, girone I. La gara si disputerà alle ore 15:30, al palasport Pippo Nicosia di Agrigento. Le ragazze di coach Paolo Collavini stanno preparando la partita con grande concentrazione, allenandosi con abnegazione e determinazione, sia in sala pesi che sul parquet del PalaNicosia. L’obiettivo è la vittoria con il massimo scarto per continuare a mettere pressione alla capolista Santa Teresa di Riva, in attesa dello scontro diretto in calendario il prossimo 16 febbraio ad Agrigento. L’avversario di sabato è senza dubbio di buona caratura che punta alla salvezza diretta. La Nemesi Stabia in 12 gare di campionato, ha conquistato 18 punti, frutto di 6 vittorie e altrettante sconfitte. Il sestetto campano ha 15 punti di vantaggio dalla zona play out ed ha virtualmente centrato la permanenza in B2. La Seap Aragona, vice capolista con 32 punti, è chiamata ad una superba prestazione e soprattutto non deve commettere l’errore di sottovalutare la Nemesi Stabia, formazione capace di far soffrire le squadre più forti del campionato. La gara di andata si concluse con la vittoria delle aragonese per 3 a zero. La Nemesi Stabia, allenata da Luca Lo Parco, dispone di un organico equilibrato in ogni reparto. Il sestetto tipo è composto da Del Vaglio in palleggio, Stefania Liguori opposto, il capitano Giaquinto e Incarnato centrali, Roberta Liguori e Russo martelli ricevitori. Nel ruolo di libero gioca la classe 2000, Maggipinto. La panchina è composta da giovani atlete locali. Ad arbitrare la partita saranno la signora Flavia Caltagirone di Agrigento e Giovanni La Mantia di Palermo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.