Aragona, Sport, Volley

Seap DalliCardillo Aragona, non basta il cuore: Brescia vince in rimonta al tie-break

Questo articolo è stato visto 63 volte.

Una Seap Dalli Cardillo Aragona eroica si arrende solamente al tie break alla corazzata Millenium Brescia che passa al PalaMoncada dopo aver sudato le proverbiali sette camicie. Senza le infortunate Stival, Caracuta, Zech, e con Cometti, Moneta e Bisegna non al meglio della condizione fisica, la squadra di coach Micoli sfiora la clamorosa vittoria.  Avanti due set a zero, con Dzakovic e Zonta in grande spolvero, il Brescia rischia di cadere nuovamente in campionato ma la salvano Bianchini (MVP del match con 26 punti) e l’esperienza di Bartesaghi, Cvetnic e Ciarrocchi. La Seap Dalli Cardillo Aragona alla fine esce tra gli applausi del folto e caloroso pubblico e con la consapevolezza di essere una squadra che può giocarsela a viso aperto con qualsiasi avversario. Il punto conquistato, il quinto dopo cinque partite (l’Aragona deve recuperare il match in casa contro Busto Arsizio) da fiducia e morale per le prossime e imminenti sfide di campionato contro Sassuolo e Macerata. L’Aragona è scesa in campo con la giovanissima Casarotti in palleggio, Zonta nel ruolo di opposto, Negri e Cometti centrali, Moneta e Dzakovic martelli-ricevitori, Vittorio libero. Nel corso del match sono entrate Bisegna e Ruffa, le uniche giocatrici disponibili in panchina.
La Millenium Brescia ha iniziato la partita con il sestetto base: Morello al palleggio, Bianchini opposto, Ciarrocchi e Fondriest al centro, la croata Cvetnic e Tanase attaccanti di banda, Scognamillo libero. Spazio nel corso della partita a Bartesaghi, Caneva e Giroldi.
Il primo set inizia nel segno dell’equilibrio con Brescia fin troppo fallosa e la Seap Dalli Cardillo Aragona molto concentrata e determinata sia a muro che in battuta. Si gioca punto a punto con sorpassi e controsorpassi. La giovane Casarotti distribuisce bene il gioco e Aragona, nel finale, trova il guizzo vincente per portare a casa il set. Dzakovic mette a terra il pallone del 25-23.
Il secondo set è la fotocopia del primo, con le due squadre a darsi battaglia fino alla fine. La Seap Dalli Cardillo Aragona giganteggia a muro e sul 20 a 18 non si lascia più riprendere dalle quotate avversarie. E’ ancora la mancina montenegrina a siglare il punto del 25-19 e del clamoroso ma meritato due a zero.
Nel terzo set il sestetto ospite spinge sull’acceleratore, complice un vistoso calo fisico delle padrone di casa: 10-16 e 16-21. L’ottimo gioco di squadra del Brescia non lascia spazio alla rimonta della Seap Dalli Cardillo Aragona che crolla sotto i colpi di Bianchini e compagne: 19-25.
Il quarto set è bello e avvincente con Brescia che scappa via sul 3 a 12, ma la squadra di Micoli riesce a compiere una strepitosa rimonta fino ad arrivare al 19 a 21. Sul più bello finisce la benzina in casa Aragona e Brescia chiude in crescendo il parziale, ancora, 19-25.
Il quinto set è combattuto fino al cambio campo: 7-8. Ma la Seap Dalli Cardillo Aragona non ne ha più e alza anzitempo bandiera bianca lasciando campo alle avversarie che chiudono 11-15.
La giocatrice MVP del match è stata la schiacciatrice Marika Bianchini, che ha ricevuto in premio una bottiglia magnum del pregiato vino “Centuno” realizzato e messo in palio dalla famosa e storica cantina vinicola CVA Canicattì, che per il quarto anno consecutivo è sponsor della Seap Dalli Cardillo Aragona. A consegnare il premio alla giocatrice del Brescia, un ospite d’eccezione, il Comandante provinciale dei carabinieri di Agrigento, il Colonnello Vittorio Stingo.



Il tabellino


SEAP DALLI CARDILLO ARAGONA: Moneta 4, Negri 12, Casarotti 4, Dzakovic 25, Cometti 4, Zonta 21, Vittorio (L), Bisegna 1, Ruffa. Non entrate: Zech, Stival, Caracuta. All. Micoli.


BANCA VALSABBINA MILLENIUM BRESCIA: Ciarrocchi 11, Bianchini 26, Tanase 6, Fondriest 9, Morello 4, Cvetnic 20, Scognamillo (L), Bartesaghi 17, Caneva, Giroldi. Non entrate: Sironi, Blasi, Tenca (L). All. Beltrami. ARBITRI: Brunelli, Marigliano. Durata set: 27′, 25′, 27′, 30′, 17′; Tot: 126′.


NOTE: Muri Aragona 14, Brescia 6. Ace Aragona 9, Brescia 8. Err. battuta Aragona 7, Brescia 13. Err. azione Aragona 4, Brescia 12. Attacco Aragona 24%, Brescia 39%. Ricezione Aragona 37% (14% perfetta), Brescia 49% (22% perfetta).

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.