Agrigento, Catania, Comuni, Cronaca, Province

Si è spento monsignor Luigi Bommarito, arcivescovo emerito di Catania e di Agrigento

Questo articolo è stato visto 226 volte.

Si è spento oggi, all’età di 93 anni, monsignor Luigi Bommarito, arcivescovo emerito di Catania, noto a Monreale per avere guidato per tantissimi anni il gruppo della Fuci, l’aggregazione giovanile che negli anni ’60 e ’70 costituiva il cuore pulsante della vita culturale monrealese.

Il 18 marzo 1976 è eletto vescovo ausiliare di Agrigento (oggi arcidiocesi metropolitana) e vescovo titolare di Vannida. Riceve l’ordinazione episcopale il 1º giugno 1976 dal cardinale Sebastiano Baggio (co-consacranti: arcivescovo Corrado Mingo, vescovo Giuseppe Petralia). Il 2 maggio 1980 è eletto vescovo di Agrigento. Il 1º giugno 1988 è promosso arcivescovo di Catania. Il 4 e 5 novembre 1994 ha accolto papa Giovanni Paolo II durante la visita pastorale nella città etnea concelebrando la messa di beatificazione di Madre Maddalena Morano. Nel 1998 ha conferito l’ordinazione episcopale a Salvatore Pappalardo, al quale Giovanni Paolo II aveva affidato la diocesi di Nicosia. Nell’Avvento del 2001 ha scritto una lettera molto pesante con diverse critiche al Cammino neocatecumenale. Il 7 giugno 2002 si è dimesso per raggiunti limiti di età. Il 25 marzo 2009, nella cattedrale di Agrigento, è stato uno dei tre vescovi co-consacranti all’ordinazione episcopale di Salvatore Muratore, vescovo di Nicosia.

Ormai avanti con gli anni, da tanto tempo viveva nella casa di Terrasini, suo paese natio. La storia di monsignor Bommarito, come detto, è legata a doppio filo a quella di Monreale, dal momento che l’alto prelato per diversi anni ha svolto la sua opera presbiteriale nella cittadina normanna. Sono in tanti ancora, benchè sia passato più di mezzo secolo, a ricordare i tempi della Fuci, la Federazione Universitaria dei Cattolici Italiani, della quale monsignor Bommarito, che allora era per tutti “don Gino”, era “anima” e guida spirituale.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.