Aragona, Comuni, Cultura & Spettacolo, VIDEO

Si è svolta ad Aragona la quarta Edizione della Giornata della Identità Storica.

Questo articolo è stato visto 2.333 volte.

Si è svolto ieri pomeriggio ad Aragona, la quarta edizione della giornata della Identità Storica con gruppi storici provenienti da diverse città siciliane in abiti d’epoca che hanno attraversato le vie principali del paese fino ad arrivare in Piazza Umberto I. Subito dopo l’arrivo in Piazza Umberto I il Sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino, ha commemorato e scoperto, la lapide in memoria dell’artista aragonese Salvatore Galluzzo. Alle 19:30 circa, Don Angelo Chillura, ha benedetto i Cortei Storici partecipanti da tutta la Sicilia: Principato di Castelbuono” CITTÀ DI CASTELBUONO; “Principi Termini e Ferreri” CITTÀ DI CASTELTERMINI; “Corteo Storico del Feudo Palumba” CITTÀ DI ROCCAPALUMBA; “I Giovani del Castello” CITTÀ DI VICARI con Sbandieratori, Tamburinari e Corteo Storico; “Il Palio dei Sestrieri” CITTÀ DI MISILMERI; “Corteo Barocco” CITTÀ DI NOTO; “Antica Sartoria Storica” CITTÀ SAN GREGORIO DI CATANIA; “Corteo Storico Nicolò Diana” CITTÀ DI CEFALADIANA; “Officina Medievale” CITTÀ DI ENNA; “Corteo Storico Conte Cutelli” CITTÀ DI VALLEDOLMO; “Autorità” della CITTÀ DI MAZZARINO; “Corteo Storico Ruggero e Costanza” CITTÀ DI ITALA; “Menestrello Dario Venturella” CITTÀ DI PALERMO ed il gruppo locale “La Corte Dei Principi” di ARAGONA, che hanno concluso la manifestazione con la loro tipica esibizione. A presentare la manifestazione sono stati: Sandra Marotta e Luigi Mula. L’evento è stato organizzato dall’Associazione Turistica Pro Loco, la Corte dei Principi di Aragona, le Comunità Ecclesiali di Aragona con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Video realizzato da TONINO BUTERA

 

L’evento nasce da un’idea della Professoressa Giuseppina Rizzo e Federico Marotta, con abiti dell’epoca ricostruire la vita dei fondatori di Aragona, i Naselli che il 2 agosto del 1604, si aprì a Messina il 49° Parlamento Generale straordinario, presieduto dal viceré spagnolo Don Lorenzo Suarez de Figueroa e Cordoba. In occasione di questo Parlamento, il giovane conte del Comiso, don Baldassare III Naselli, presentò la domanda di fondazione di un nuovo villaggio da fabbricarsi nel suo feudo di Diesi. Il 6 settembre dello stesso anno la domanda del conte Naselli finiva sul tavolo del viceré Lorenzo Suarez, il quale ordinava che si facessero accertamenti sul merito. Fu come porre la prima pietra della fondazione del nuovo villaggio, che sarà chiamato come la madre del fondatore donna Beatrice Aragona Branciforti. Così con la “licentia populandi” il 6 gennaio 1606 grazie a Baldassare III Naselli nasceva Aragona. 

Le foto sono state realizzate da ALFONSO CONTRINO e TONINO BUTERA.

 

 

 

 

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.