Comuni, Cronaca, Cultura & Spettacolo, Sciacca

Teatro Samonà, nuovo chiarimento del sindaco Valenti

Questo articolo è stato visto 109 volte.

“La norma scritta nell’avviso pubblico per il finanziamento dei teatri è chiara e non interpretabile. Il Comune di Sciacca, ribadisco ancora una volta, non avrebbe potuto partecipare con una propria istanza per il Samonà in quanto non titolato. Il Comune non è né proprietario, né è un soggetto privato gestore come dice in modo limpido la norma scritta dalla Regione Siciliana che è l’unico soggetto titolato”.

 È quanto dichiara il sindaco Francesca Valenti in replica al comunicato stampa di Fratelli d’Italia.

“Il gruppo politico di Fratelli d’Italia – aggiunge il sindaco – ha riportato nella propria nota solo una parte del breve confronto sulla questione che è stata tirata fuori nel corso della visita del Presidente Nello Musumeci a Sciacca. E in quell’occasione, in cui il presidente Musumeci parlava del futuro del teatro della Regione, ho proprio ribadito che in quell’avviso si escludevano enti pubblici concessionari. Peraltro, voglio ricordare che il Comune di Sciacca ha un affidamento “provvisorio”, di un anno. L’articolo 2 dell’avviso dice che: ‘Possono presentare domanda di contributo: a) gli Enti Locali e regionali, e loro forme associative, per interventi su beni di loro proprietà; soggetti privati gestori di sedi di spettacolo di proprietà pubblica, previo accordo con l’ente locale o regionale proprietario dell’immobile; b) soggetti privati per interventi su beni di loro proprietà’. Il Comune di Sciacca – va ribadito – non è proprietario ne’ gestore privato. Quindi, non rientrando tra i soggetti indicati espressamente e chiaramente nella norma, non poteva partecipare al bando. Ma questo, prendo atto, non si vuol capire”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.