Aragona, Comuni, Cronaca, Politica

Uniti Possiamo: Perche’ i lavoratori precari ad Aragona non vengono stabilizzati

Questo articolo è stato visto 1.135 volte.

Nota: Questo comunicato non è un articolo prodotto dalla Redazione di “TV SICILIA 24”, ma una nota stampa esterna di cui pubblichiamo integralmente.

I Consiglieri Comunali Attardo e Clemenza in una nota affrontano il problema dei precari, ma anche dell’aumento della Tari e accusano di inefficienza il Sindaco Pendolino.

E’ finita, finalmente, l’attesa per tanti lavoratori precari che sotto le feste hanno ricevuto il loro regalo di Natale ed hanno firmato il contratto di stabilizzazione atteso da decenni.

Questo è quello che è successo in tanti comuni limitrofi al nostro, ultimo in ordine temporale in quello di Agrigento. Da noi, purtroppo, ancora si attende  e l’unico regalo ricevuto dalla Città per Natale è l’aumento TARI di oltre 500.000 mila Euro, che i cittadini di Aragona dovranno pagare. L’ennesima mortificante batosta di un’Amministrazione che sta dimostrando disattenzione per i bisogni veri e che sta lasciando il segno di una totale inadeguatezza, incapacità, inefficienza ed irresponsabilità.

Ciò a dimostrazione di quanto sia mediocre l’azione politica di questo Sindaco e della sua Giunta che dovrebbero prendere lezioni dai Comuni vicini.In più di un’occasione i Consiglieri ci siamo responsabilmente “opposti” alla dichiarazione del dissesto finanziario che, si sapeva, avrebbe comportato gravissime conseguenze nella gestione politico-amministrativa dell’Ente, come pure per l’annosa questione della stabilizzazione dei precari, che da tempo attendono un provvedimento tanto annunciato e ancora non realizzato. Ed intanto i lavoratori precari del nostro Comune continuano nella infinita attesa di firmare un contratto agognato da decine di anni. Esiste o no la volontà e la saggezza necessari per evitare che si sancisca la definitiva interruzione del rapporto di lavoro dei dipendenti con contratto a tempo determinato?  Questo l’interrogativo di chi, e non solo, da oltre 25 anni vive con il terrore di perdere il proprio posto di lavoro.

Se chi ci amministra non è capace o non vuole fare quello che gli altri Sindaci hanno già fatto, si faccia da parte perché, siamo certi, che un Commissario avrebbe già stabilizzato i precari. E intanto si continua con la politica di basso profilo. E’ vergognoso che il Sindaco parli di priorità , forse quella di chiudere la Villa Comunale , la Biblioteca il campo sportivo , la palestra , ecc. o alla pochissima attenzione mostrata per la stabilizzazione dei precari sono l’ennesima dimostrazione di una scarsa sensibilità politico-sociale.

Da quasi 3 anni  questa Amministrazione non ha fatto altro che prendere in giro la Città,  bugie su bugie che oramai odorano di beffa. Si svegli il Sindaco prima che sia troppo tardi!

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.