Caltanissetta, Cronaca

Uomo di 32 anni ucciso a coltellate: due fermi a Caltanissetta

Questo articolo è stato visto 282 volte.

A Caltanissetta, un uomo di 32 anni, A.S. sono le iniziali del nome, di nazionalità pakistana, disoccupato e con regolare permesso di soggiorno, è stato ucciso a coltellate ieri sera intorno alle 23:30 all’interno della sua abitazione di via San Cataldo, dove abitava da solo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri: due persone sono state interrogate in caserma e successivamente fermate per omicidio aggravato. Si tratta di due connazionali della vittima ritenuti gli esecutori del delitto. Arrestato, per favoreggiamento, un altro loro connazionale che ha cercato di favorire la loro fuga.

I presunti autori dell’omicidio avevano trovato rifugio in un’abitazione vicino al luogo del delitto, grazie anche alla collaborazione di un terzo extracomunitario. Gli investigatori li hanno trovati all’ultimo piano di una palazzina di via Fornaia, mentre provavano a far perdere le loro tracce, con ancora i vestiti sporchi di sangue.

Avvertiti alle 23.15 da alcuni cittadini di una rissa in via San Cataldo, quando i carabinieri sono arrivati, il giovane pakistano era riverso a terra, ormai privo di vita, nell’appartamento al secondo piano dove abitava. A raccontare alcuni dettagli dell’omicidio del trentaduenne, è il colonnello Baldassare Daidone, comandante provinciale dei carabinieri: “Si presume che il movente sia legato a un debito. ma siamo ancora alle fasi iniziali e ci potrebbero essere ulteriori sviluppi”. Il giovane era stato raggiunto da almeno 4 fendenti di un coltello da cucina con una lama di 15 centimetri. Grazie all’aiuto dei vicini, sia italiani che stranieri, i carabinieri sono riusciti a individuare la casa dove si erano nascosti gli autori dell’omicidio.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*