Agrigento, Calcio, Sport

Akragas sfortunata, il Foggia passa 1-0 all’Esseneto

Questo articolo è stato visto 1.144 volte.

L’Akragas perde ancora all’Esseneto, ma mai sconfitta fu più immeritata. Il Foggia passa 1-0 con un gol in mischia a pochi minuti dalla fine dopo aver sofferto parecchio gli akragantini per tutta la durata del match. Pugliesi ancora secondi a 25 punti insieme al Lecce, biancoazzurri al quarto KO di fila, quinto consecutivo in casa.

LA GARA – Legrottaglie lancia Cristaldi e Roghi dal primo minuto al posto di Madonia e Di Piazza, Leonetti completa l’attacco. Emergenza in mediana a causa delle squalifiche di Vicente e Aloi e dell’assenza di Almiron infortunato: Savanarola arretra insieme a Mauri e Zibert. Difesa a quattro con Salandria e Sabatino terzini, Capuano-Marino coppia centrale. Tra i pali Vono.

La prima chance è per gli ospiti al 6′: errore in disimpegno di Salandria, Maza calcia ma viene murato da Vono. L’Akragas, tuttavia, è subito arrembante e si fa vedere nella metà campo avversaria. All’8′ sospetto mani in area rossonera che fa gridare tutti al rigore, l’arbitro lascia correre e ammonisce Sabatino per proteste. Sono i padroni di casa a lottare e creare le migliori chances da rete. Al 17′ contropiede imbastito da Leonetti, tacco dell’attaccante a liberare Zibert che premia il taglio in area di Roghi, sinistro a botta sicura e palla sul palo intero. Al 35′ ancora Leonetti vince un rimpallo e conclude da posizione defilata, deviazione incerta del portiere Narciso e sfera che si stampa sulla parte alta della traversa e termina fuori.

Agrigentini molto sfortunati, ma pienamente in partita. A inizio ripresa, dopo un tiro di Iemmello bloccato a terra da Vono, ci prova Zibert da fuori senza inquadrare la porta. De Zerbi tenta di cambiare la partita inserendo Viola e Riverola per Maza e Sarno. Il match si fa più equilibrato, il Foggia gestisce il giro palla, l’Akragas difende bene e si ripropone in contropiede. E’ il 32′ del secondo tempo quando Savanarola ha sul destro la palla del possibile vantaggio, ma calcia alle stelle da ottima posizione. Un minuto dopo Leonetti salta un avversario sulla sinistra e apparecchia per Zibert che incrocia col sinistro impegnando severamente Narciso. Nel momento migliore dell’Akragas passa, però, il Foggia: azione confusa in area biancoazzurra e Sarno da due passi mette dentro. Recriminazioni dei padroni di casa per un presunto offside dell’attaccante foggiano, ma la realizzazione viene convalidata. In pieno recupero, Vono salva due volte prima su Riverola e poi su Agnelli. Poco dopo Di Piazza, fermato per un sospetto fuorigioco, viene espulso per proteste.

Si chiude qui una gara giocata molto bene dall’Akragas e dal risultato bugiardo. I biancoazzurri ha creato numerose occasioni e sfoderato una prestazione di gran lunga al di sopra dei precedenti match disputati all’Esseneto. Ottima prova della difesa, con Vono e Capuano sugli scudi. Zibert e Leonetti particolarmente ispirati, bene anche Savanarola. Al fischio finale, applausi di tutto lo stadio per gli uomini di Legrottaglie, ai quali stavolta non si può proprio rimproverare nulla.

Fabio Mangione

TABELLINO

AKRAGAS: Vono, Salandria, Sabatino, Mauri, Marino, Capuano, Roghi (42′ st Madonia), Zibert, Cristaldi (27’st Di Piazza), Savanarola, Leonetti.
A disposizione: Maurantonio, Di Piazza, Fiore, Madonia, Greco, Grassadonia, Monaco, Leone, Alfano
Allenatore: Nicola Legrottaglie

FOGGIA: Narciso, De Almeida, Di Chiara, Agnelli, Loiacono, Gigliotti (35′ st De Gioiosa), Gerbo, Coletti (12st Riverola), Iemmello, Sarno, Sainz-Maza (12st Viola).
A disposizione: Micale, Bencivenga, De Gioiosa, D’Allocco, Sicurella, Lodesani, Adamo, Riverola, Viola, Agostinone, Tarolli
Allenatore: Roberto De Zerbi

ARBITRO: Niccolò Baroni di Firenze

ASSISTENTI: D’Annibale di Marsala e Santoro di Roma 1

AMMONITI: Sabatino (Ak), Agnelli (F), Viola (F), De Gioiosa (F), Gerbo (F)

ESPULSI: Fiore (Ak) dalla panchina, Di Piazza (Ak)

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.