Agrigento, Basket, Sport

Fortitudo tra campo e solidarieta’ in cerca di riscatto

Questo articolo è stato visto 105 volte.

E’ una Fortitudo Agrigento divisa tra campo e solidarietà, reduce dalla prima sconfitta del 2022 in Coppa Italia contro Roseto ma anche da 18 vittorie di fila in campionato. Da una parte c’è la voglia di riscatto per la sconfitta subìta in Coppa Italia ed allo stesso tempo la voglio di continuare a vincere per rimanere saldamente primi in classifica ed allungare questa striscia che si avvicina sempre di più al record di vittorie del campionato di B, proprio detenuto dalla Fortitudo Agrigento con 20 vittorie. Dall’altra parte la società è in piena attività per far partire lunedì dal Palamoncada due pullman carichi di beni di prima necessità che andranno consegnati a Dorohusk, al confine con l’Ucraina, e riempiti con persone in difficoltà che verranno ospitate ad Agrigento e provincia. I beni potranno essere raccolti fino al termine della partita di domenica al Palamoncada alle ore 18. L’avversario in campo sarà la Viola Reggio Calabria, quasi un derby per i match vissuti in passato. Con 12 vittorie e 10 sconfitte la squadra di coach Bolignano naviga a metà classifica, la Fortitudo Agrigento di coach Catalani viene vista come una corazzata quasi impossibile da battere ma bisogna ripartire dopo lo stop della Coppa, coach Catalani: “Ci ributtiamo in campionato dopo la parentesi della Coppa Italia ed affrontiamo subito un avversario difficile e una gara di massima difficoltà per diversi motivi. Reggio Calabria ha un roster di talento e qualità di gioco, reduce da un ottimo periodo, chiuso con 4 vittorie nelle ultime 5 gare, e probabilmente nel miglior momento della stagione. Rispetto alla patita di andata la Viola ha cambiato assetto rinunciando a Klacar e inserendo nelle rotazioni Kekovic che va ad arricchire un reparto lunghi molto competitivo e che permette a coach Bolignano di poter schierare quintetti molto fisici.
Discriminante sarà ancora una volta il nostro impatto difensivo in termini mentali e fisici, ancora di più contro una squadra munita di grandi realizzatori”.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.