Agrigento, Comuni, Cronaca, Province

Via le barriere architettoniche dalla scuola. Il Tar condanna il Comune di Agrigento

Questo articolo è stato visto 633 volte.

14:06 – Il Comune di Agrigento, con un’ordinanza del 9 settembre 2014, è stato condannato dal Tribunale Amministrativo Regionale (T.A.R.) Sicilia di Palermo ad “eliminare le barriere architettoniche esistenti presso l’istituto comprensivo “Agrigento Centro” – scuola media “Garibaldi” di “Agrigento”, entro 15 giorni”.

Il T.A.R., accogliendo l’istanza cautelare proposta dall’Avv. Giuseppe Impiduglia, legale dell’Associazione Nuove Ali di Agrigento, ha disposto, inoltre, che, ove nel summenzionato termine di 15 giorni il Comune non dovesse provvedere, sarà il Prefetto di Agrigento (nominato dal T.A.R. commissario ad acta) a sostituirsi all’Amministrazione Comunale e ad adottare entro i successivi 15 giorni i provvedimenti volti all’abbattimento delle barriere architettoniche.

Il Comune di Agrigento è anche stato condannato a rimborsare alla ricorrente le spese legali liquidate in euro 1.000,00.

La pronuncia del T.A.R. è stata resa a seguito di un ricorso proposto dall’Avv. Impiduglia nell’interesse della mamma di una bimba disabile costretta nella sedia rotelle; la bimba, infatti, a cause delle presenza di varie barriere architettoniche presenti nell’edificio scolastico si trovava nell’impossibilità di recarsi nella propria classe.

Si tratta dell’ennesima importante vittoria dell’Associazione Nuove Ali di Agrigento che dimostra come le Pubbliche Amministrazione sono tenute a provvedere sollecitamente all’abbattimento delle barriere architettoniche che limitano la mobilità e l’integrazione dei soggetti disabili.

Associazione Nuove Ali di Agrigento

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.