Agrigento, Comuni, Cronaca, Politica

Agrigento, Pullara: il pronto soccorso è sotto organico, servono soluzioni tempestive.

Questo articolo è stato visto 436 volte.

Interminabili ore di attesa per accedere al pronto soccorso e soste in astanteria senza una fine. E’ la triste situazione del pronto soccorso del San Giovanni di Dio di Agrigento che in piena stagione estiva e nonostante le reiterate grida di allarme si trova a fare i conti con una dotazione organica nettamente insufficiente e con una grave carenza di medici, caratterizzata da trasferimenti di professionisti in altri reparti, sospensioni maternità e scadenze di contratti.
Ad affermarlo è il vicepresidente della commissione Sanità all’Ars Carmelo Pullara che aggiunge:
E’ triste dover costatare che in piena emergenza pandemica nulla è stato fatto per migliorare il servizio sanitario della città capoluogo. Tutti i giorni riceviamo istanze da parte di cittadini esasperati, di utenti che sentono negato il diritto alla salute e medici e professionisti affannati da turni massacranti e senza il giusto ricambio. In più, c’è da dire che lavorare in prima linea senza la sicurezza di un contratto a tempo indeterminato crea nei lavoratori ansia e incertezza. Tutto questo succede ad Agrigento, dove da anni, siamo costretti a registrare sempre gli stessi disservizi. Ci aspettiamo dall’Azienda sanitaria soluzioni tempestive e definitive. Agrigento merita un pronto soccorso funzionante.
Lo afferma Carmelo Pullara, vice presidente Commissione sanità all’ARS.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.