Agrigento, Cronaca

Approdo turistico di S. Leone: controlli della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera

Questo articolo è stato visto 706 volte.

08:00 – Il personale della Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle, in occasione di controlli effettuati presso il porticciolo turistico di S. Leone, ha accertato la presenza di 12 imbarcazioni (un peschereccio ed 11 unità da diporto) ormeggiate in modo precario, senza alcuna autorizzazione ed in carenza dei requisiti minimi di sicurezza, presso il pontile galleggiante già in concessione demaniale marittima all’amministrazione comunale di Agrigento.

Nel giugno scorso la Capitaneria di Porto, dopo aver accertato lo stato di scarsa manutenzione della struttura (in disuso da tempo) tale da rappresentare potenziale pericolo per la tutela della pubblica incolumità, la sicurezza della navigazione e portuale e la salvaguardia ambientale, ha emesso l’Ordinanza n. 22/2014 che ha istituito il divieto di accesso e transito al pontile (sbarrato, a cura di tecnici comunali, da un cancello chiuso da lucchetto), nonché il divieto di ormeggio, navigazione e ogni altra attività di superficie e subacquea nel raggio di 5 metri, imponendo altresì al Comune la sua messa in sicurezza. Il pontile, peraltro, è ad oggi oggetto di un provvedimento ingiuntivo di sgombero da parte della Regione Siciliana –  Assessorato regionale territorio ed ambiente (titolare delle competenze in materia di demanio marittimo).

Sono in corso accertamenti per risalire all’identità dei proprietari delle unità, cui saranno comminate sanzioni da 2.064 €. I militari della Guardia Costiera hanno inoltre provveduto ad apporre su ogni unità apposita diffida allo sgombero: nei confronti di coloro che non provvederanno nei tempi previsti scatterà una denuncia per i reati di cui agli art. 1161 (abusiva occupazione demaniale) e 1231 (inosservanza alle norme di sicurezza) del Codice della Navigazione, e le imbarcazioni saranno sottoposte a sequestro e rimosse a cura dell’Autorità Marittima, con oneri a carico dei trasgressori. Nell’occasione, la Guardia Costiera ha invitato l’amministrazione comunale a predisporre ogni ulteriore misura per la messa in sicurezza del pontile e dei suoi elementi (passerella, catenarie, corpi morti, colonnine, impianti elettrici) ormai in stato di evidente degrado, in attesa della definizione dell’iter amministrativo demaniale da parte dei competenti uffici regionali. Personale della Guardia Costiera, della Polizia Municipale e del Comune effettuerà nei prossimi giorni sopralluoghi congiunti per monitorare la situazione e prevenire situazioni di pericolo.

Nel corso di ulteriori controlli condotti all’interno del porticciolo, in un’area in concessione demaniale marittima ad un’associazione sportiva per la nautica da diporto sono state riscontrate alcune difformità tra le strutture realizzate e quelle autorizzate nell’atto concessorio: al Presidente del sodalizio (G.M., 58enne di Agrigento) è stata pertanto notificata una sanzione da 1.064 €, ai sensi dell’art. 1164 del Codice della Navigazione, per inosservanza di provvedimenti in tema di demanio marittimo. Infine, presso il molo di ponente dell’approdo turistico il personale della Guardia Costiera ha rinvenuto un’auto in divieto di sosta e priva della copertura assicurativa obbligatoria: a carico della proprietaria (M.T., 50 anni, residente ad Agrigento) sono state elevate due sanzioni, rispettivamente da 841 € (mancanza di assicurazione R.C. in corso di validità) e 102 € (inosservanza al divieto di transito e sosta veicolare in banchina), mentre il mezzo è stato posto sotto sequestro e successivamente rimosso ed affidato in custodia a ditta autorizzata.

LA REDAZIONE

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.