Agrigento, Aragona, Calcio, Comuni, Province, Sport

Aragona – Audace Partinico Borgetto 3-0

Questo articolo è stato visto 970 volte.

00:03 – Con un rotondo 3-0 l’Aragona si aggiudica il match di recupero contro l’Audace Partinico, che non si era disputato per impraticabilità di campo e compie un bel balzo in avanti in classifica togliendosi dalle sabbie mobili della bassa classifica e in un sol colpo superando diverse squadre tanto da raggiungere il quarto posto in classifica. L’anteprima della partita è stata molto gradevole con il presidente Angelo Galluzzo, che ha presentato la nuova maglia della squadra consegnando consegnato a nome della società delle maglie personalizzate alla Giunta comunale con in testa il sindaco Totò Parello, al vice sindaco Rosalia Gaziano, agli assessori Peppe Attardo, Duccio Cipolla e Totò Rotolo e al presidente del Consiglio comunale Biagio Bellanca. La formazione biancazzurra, ben disposta in campo dell’allenatore giocatore Matteo Casisa, ha ripetuto la prestazione di domenica scorsa contro il Carini e anche se ha trovato una resistenza molto diversa alla mezzora esatta ha scardinato la difesa ospite con il bomber Gian Luis Gallo bravo a seguire la splendida azione di Zerbo e mettere alle spalle di Viola da pochi passi. Sulle ali dell’entusiasmo è stato ancora Zerbo ad incunearsi in area e a procurarsi un sacrosanto calcio di rigore per un mani di Lanza. Dal dischetto lo stesso attaccante palermitano spiazzava il portiere ospite per il 2-0. Il Partinico si faceva vedere dalla parti di Barone con due conclusioni su punizione calciate da Di Giuseppe, che terminavano a lato. Nella ripresa i ragazzi di Casisa amministravano bene il vantaggio rischiando poco e niente grazie ad una difesa accorta che ha fatto leva sull’esperienza di capitan Castiglione e Di Domenico e dei giovani Grimaudo e Zito sugli esterni. L’Aragona, invece, era sempre pericolosa con le rapide ripartenze affidate al trio di attacco Gallo – Zerbo – Ciulla che sfioravano più volte la rete del 3-0. L’azione più clamorosa al 73’ quando Gallo, ispirato da Zerbo, superava in corsa un difensore e colpiva con un delizioso pallonetto la traversa a portiere battuto. Al 89’ Amiri sfiorava il palo in mischia. Al 92’ Ciulla realizzava la rete del 3-0 con un gran tiro ad incrociare che non dava scampo a Viola. Per l’Aragona un successo ampiamente meritato e fortemente voluto e tre punti importanti in chiave salvezza. << Sono molto soddisfatto per la prestazione della squadra che sta rispondendo molto bene alle sollecitazioni di Matteo Casisa a cui debbo fare i complimenti per come sta guidando i ragazzi – dice soddisfatto il vice presidente Luigi Morreale – il nostro obiettivo è fare bene e credo che siamo sulla buona strada. Complimenti anche ai ragazzi a cui chiedo grande applicazione per le prossime partite che vanno affrontate con lo stesso spirito battagliero >>.

Aragona: Barone, Grimaudo, Zito, Patti, Castiglione, Di Domenico, Montalbano (16’ Patti), Casisa, Gallo, Volpe, Ciulla. All. Casisa.

Audace Partinico Borgetto: Viola, Brugnano (77’ Imperiale), Croco, D’Amico (46’ Barranca), Amiri, Lanza (56’ Delisi), Giacopelli, Cusumano, Campione, Di Giuseppe, Rinaudo. All. Giordano.

Arbitro: Riccobene di Enna.

Reti: 30’ Gallo, 34’ (R) Zerbo, 92’ Ciulla.

di Tonino Butera

 

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.