Agrigento, Aragona, Calcio, Comuni, Province, Sport

Un Aragona bella a vedersi supera per 3-0 il Carini

Questo articolo è stato visto 957 volte.

18:33 – Un Aragona bella a vedersi supera per 3-0 il Carini mai fatto entrare in partita. Doppietta del bomber Gallo e gran goal di Ciulla.

ARAGONA 3

CITTA’ DI CARINI 0

Aragona: Barone, Grimaudo, Zito (91’ Di Vincenzo), Volpe, Castiglione, Di Domenico, Montalbano, Casisa, Gallo, Zerbo (75’ Severino), Ciulla (86’ Mulè). All. Casisa.

Città di Carini: Militello, Gallina (46’ La Fata), Di Leo, Evola, Sposito Ninni, Bruno, Riccio (46’ Giammona), Cataldo, Cuneo, Calascibetta (60’ Milano), Sposito Alessio. All. Prestigiacomo.

Arbitro: Martinico di Marsala.

Reti: 10’ e 24’ ( R ) Gallo, 45’ Ciulla.

Aragona. Dopo più di un mese di astinenza, l’ unico successo risaliva al 7 settembre, vittoria per 2-0 contro l’Accademia Licata, l’Aragona affidata a Matteo Casisa ritorna al successo e lo fa in maniera convincente superando con un netto 3-0 il Carini. La formazione biancazzurra ha giocato con grande intensità e si è visto un buon impianto di gioco con diverse belle giocate, che hanno divertito il pubblico presente. Il primo tempo è stato quello determinante ai fini del risultato. La partenza dei ragazzi di Casisa era splendida. Al 6‘ un tiro di Zerbo, a portiere battuto, veniva respinto sulla linea da Cataldo. Al 7’ ci provava Montalbano, Militello in tuffo respingeva in angolo. Al 10’ il bomber Gian Luis Gallo (alla sua seconda doppietta) dopo avere superato in pallonetto un difensore sbloccava il match con un gran tiro al volo che si insaccava sotto la traversa. Al 21’ su angolo di Volpe, Zerbo sfiorava di testa l’incrocio dei pali. Al 23’ Gallo veniva spinto da tergo in piena area da Bruno. Per il buon Martinico era calcio di rigore. Dagli 11 metri Gallo spiazzava Militello e realizzava il 2-0. Al 45’ ci pensava Giacomino Ciulla con una gran parabola al volo a chiudere la contesa realizzando il 3-0, tra gli applausi dei presenti. Nella ripresa l’Aragona gestiva senza rischiare più tanto il risultato e rivolgeva il pensiero al match di recupero di mercoledì prossimo contro l’Audace Partinico che si giocherà ancora al Totò Russo. << Credo che la squadra abbia cambiato volto e soprattutto adesso la cosa che fa molto piacere è vedere i giocatori con tanta voglia di sudare la maglia – dice il presidente Angelo Galluzzo – sono soddisfatto della prestazione di oggi e non solo perché abbiamo vinto, l’Aragona contro il Carini ha anche convinto per determinazione e sacrifico, forse era quello che mancava >>. La squadra di Matteo Casisa ha confermato quanto di buono aveva fatto vedere a Trapani contro il Ligny, squadra accorta e ben messa in campo tanto da coprire immediatamente qualsiasi zona del campo e pericolosa nelle iniziative di attacco con Gallo in splendida forma e Zerbo che inizia a fare vedere di che pasta è fatto.

di Tonino Butera     

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.