Aragona, Comuni, Cronaca, Politica, VIDEO

Aragona: Sindaco Pendolino, “un anziano mi bacia la fascia in Belgio” e “i Belgitani sunnu Raunisi”. Due episodi che fanno riflettere

Questo articolo è stato visto 1.258 volte.


In uno scenario fantastico del “ Farm Cultural Park” di Favara si sono svolti alcuni appuntamenti all’insegna della cucina mediterranea, dell’emigrazione. Paese principe, con il più alto tasso di emigrati è risultato Aragona ed ecco che tra i vari ospiti, di altrettante è notevole importanza, c’era anche col Sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino. Nell’intervento del Sindaco di Aragona, Giuseppe Pendolino ha commentato due episodi sia in Belgio ed anche nella sua cittadina agrigentina, di cui è rimasto particolarmente colpito:

  • La prima è stata quando lui si trovava in Belgio per un gemellaggio per il Carnevale dei Gilles, le maschere tipiche del Paese ma famose in tutto il mondo, e gli succede questo: “Mentre stavo attraversando i Gilles, assieme al Sindaco della Louviere, un anziano si avvicina, a me, si inchina e bacia a fascia tricolore che avevo indossato. Mi ha colpito moltissimo, di quel anziano, che in quel momento si è sentito in patria, ad Aragona”.
  • Un’altro episodio è: “Un giorno di questa estate mio figlio rientra a casa e mi dice: – A Raona ci sunnu un saccu di Belgitani” – io risposi: “Questi non sono Belgitani, ma sunnu Raunisi comu a tia. Sono aragonesi che per motivi di lavoro, sono dovuti andare via e lasciare la propria terra natia”.

Video di Giuseppe Lorenzano


Presente anche l’ex Sindaco di Campofranco, Rino Pitanza, comune anch’esso con alto tasso di emigrati all’estero, in provincia di Caltanissetta. Le serate sono state presentate magistralmente da Biagio De Martino, ormai noto conduttore televisivo nazionale che, in alternanza di ospiti, ha trattato diversi argomenti con il promotore dell’Iniziativa, Giuseppe Arnone.  La cucina mediterranea è stato un altro argomento ampiamente trattato con ospiti provenienti dalla Romania, dalla Campania e dal Lazio. Ospiti che hanno valorizzato il gusto siciliano importato nel mondo. Un binomio vincente, gusti ed emigrazione al fine di riportare più gente alle proprie origini anche con il programma della vendita delle case ad 1 euro. Oltre agli argomenti trattati si è trovato anche spazio per il conferimento di alcune targhe alle persone meritevoli. Le manifestazioni, iniziate già nel pomeriggio, si sono concluse con le esibizioni di alcuni cantori che hanno allietato il pubblico presente durante la degustazione già in programma a fine serata. Appuntamento dunque alla nuova edizione del 2023.


Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.