Cronaca, Palermo, Province

attività antidroga. Due persone arrestate per spaccio e una terza denunciata per favoreggiamento personale

Questo articolo è stato visto 194 volte.

I Carabinieri della Compagnia di Petralia Sottana, hanno arrestato 2 persone di Castellana Sicula per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e denunciato una terza per favoreggiamento personale. Un 33enne ed un 24enne sono stati notati dai militari appena scesi dal pullman di linea proveniente da Palermo ed alla vista dei Carabinieri, pensando bene di sottrarsi a un possibile controllo di Polizia, hanno cercato di dileguarsi per le vie secondarie del paese.  I militati, insospettiti dall’atteggiamento, li hanno bloccati nei pressi della villa comunale. I due ragazzi sono stati perquisiti e trovati in possesso di droga; il 33enne occultava negli slip otto dosi di eroina già pronte allo spaccio e sessanta euro in banconote di vario taglio, mentre il 24enne, all’interno dello zaino tenuto a tracolla, deteneva tre flaconi di metadone privi di etichette identificative in modo da impedire di risalire all’affidatario della sostanza o al SERT di provenienza.

Nel corso del servizio, un 51enne del luogo, già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso dai militari mentre aiutava l’amico 33enne a sottrarsi al controllo di polizia, atteggiamento che non passava inosservato agli occhi dei Carabinieri che lo hanno denunciato all’Autorità Giudiziaria di Termini Imerese per favoreggiamento. La sostanza stupefacente rinvenuta è stata sequestrata e inviata per i successivi accertamenti presso il laboratorio di analisi sostanze stupefacenti del Comando Provinciale Carabinieri di Palermo. I due pusher sono stati arrestati e tradotti presso la Casa Circondariale di Termini Imerese.

È doveroso rilevare che gli odierni indagati sono, allo stato, solamente indiziati di delitto, seppur gravemente, e che la loro posizione verrà vagliata dall’Autorità Giudiziaria nel corso dell’intero iter processuale e definita solo a seguito dell’eventuale emissione di una sentenza di condanna passata in giudicato, in ossequio al principio costituzionale della presunzione di non colpevolezza.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.