Agrigento, Comuni, Province

Bilancio della Polizia Locale di Agrigento

Questo articolo è stato visto 676 volte.

09:00 – La Polizia Locale di Agriento ha nella località di San Leone, nel corso della stagione estiva, diviene il naturale contesto di molteplici criticità per l’illegalità diffusa, amplificato dalla notevole presenza di venditori itineranti, quasi tutti extracomunitari, che occupano per intero il tratto di suolo pubblico del lungomare, la cui consistenza numerica, valutata in centinaia di unità (provenienti da ogni parte della regione), è fonte di problemi non solo sul piano del decoro urbano, ma anche in termini di elevazione del rischio per l’ordine e la sicurezza pubblica. In tale ambito, sono stati implementati i servizi di controllo dinamico da parte della Polizia locale sul lungomare, dove è alta l’affluenza di persone non autoctone, attuando un piano strategico articolato, con pattugliamenti nelle fasce orarie 18/24 -19/01.

L’attività di vigilanza della Polizia municipale ha riguardato il contrasto dei fenomeni che incidono sulla sicurezza urbana, mediante servizi coordinati nei luoghi di aggregazione giovanile, la rilevazione di illeciti amministrativi e penali, l’intensificazione dell’attività di polizia annonaria, sia attraverso un adeguato rafforzamento delle attività di contrasto all’abusivismo commerciale, nonché delle verifiche di polizia amministrativa, l’effettuazione di controlli relativi all’inquinamento acustico e la vigilanza sulla vendita illegale di alcolici a minori.

Inoltre è stato predisposto dal locale Comando un rafforzamento del livello di prevenzione di fenomeni di degrado urbano, mediante idonei dispositivi di vigilanza in ore serali e notturne, considerato che, in alcune aree della città (via Atenea e dintorni, viale della Vittoria, Villaggio Mosè e San Leone), sussistono specifiche criticità scaturenti dalla notevole concentrazione di locali pubblici, fonte di episodi di alterazione della normale convivenza civile, che richiedono interventi tesi a ripristinare un equilibrio tra i contrapposti interessi di titolari di esercizi pubblici, frequentatori e residenti.

“Abbiamo preordinato – dice il comandante Antonica – l’attenta e costante rilevazione delle infrazioni al codice della strada da parte di ciascun agente, con priorità a quelle che maggiormente incidono sulla sicurezza dei pedoni e sulla regolarità del traffico veicolare nelle aree più critiche con particolare attenzione al servizio di pattuglia in tutte le principali arterie di traffico e nelle intersezioni ove è più alta l’incidenza degli infortuni stradali. Contro le condotte irresponsabili degli automobilisti che mettono a rischio l’incolumità degli utenti della strada – continua Antonica – si deve essere inflessibili nel far rispettare la legge, agendo sempre con equilibrio, senza mai travalicare in atteggiamenti vessatori, ma nel pieno rispetto delle procedure di legge e con finalità educative”.

A San Leone sono stati predisposti servizi di controllo viabilità con 100 pattuglie e presidi ztl – 30 servizi con altre forze di polizia sul lungomare ed in città con 50 pattuglie e presidi – dalle 8 alle 23.

Sono stati emessi 1.700 verbali, record nel mese di agosto, per violazione divieto di transito nelle traverse di accesso alle Dune, per violazione accesso ztl a San Leone e via Atenea, per sosta in zona disco orario, sosta in doppia fila, sosta nello spazio riservato agli invalidi, sosta in spazi riservati ad altre categorie di utenti, sosta sui marciapiedi,sosta sugli attraversamenti pedonali, per uso del telefonino durante la guida.

Sono stati inoltre rilevati 31 incidenti stradali di cui 17 con feriti, effettuate 3 segnalazioni per sospensione patente di guida, 60 verbali redatti, oltre a patenti ritirate, fermi amministrativi e sequestri per mancanza assicurazione.
LA REDAZIONE

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.