Calcio, Sport

Casertana sul velluto, 4-0 all’Akragas al “Pinto”

Questo articolo è stato visto 750 volte.

29-11-2015 - FOTO - AKRAGAS Calcio vs LECCE (39)Pesante batosta per l’Akragas allo stadio Pinto contro la Casertana nella gara valida per il 28^ turno del girone C di Lega Pro. Gli agrigentini, complici le pesanti assenze, cadono 4-0 e restano a 35 punti in classifica. Gara chiusa già nel primo tempo con le reti di Giannone, De Angelis e Alfageme su rigore. Nella ripresa, ancora Alfageme trova il poker e la doppietta personale. Secondo KO per Pino Rigoli da quando è tornato sulla panchina biancoazzurra e Akragas che, in pochi giorni, vede il suo distacco sulla zona playout assottigliarsi da +11 a +6 a causa della nuova penalizzazione inflitta dalla Sezione Disciplinare del Tribunale Federale e dal trionfo odierno del Catania nel derby col Messina. Casertana che torna al successo dopo il 6-0 rimediato in casa del Benevento e al pari a Martina Franca, sale a 50 punti e si rilancia in chiave playoff.

LA GARA – Formazione ampiamente rimaneggiata quella che è costretto a schierare il tecnico Pino Rigoli, che non può disporre di Capuano e Dyulgerov squalificati, Vicente infortunato, Zibert alle prese con l’influenza e Muscat convocato in nazionale maltese. Linea difensiva composta, quindi, dalla coppia di centrali formata da Marino e dal rientrante Thiago Cazè da Silva, con Salandria e Grea terzini; in mediana il giovane Greco insieme a Mauri e Candiano; attacco affidato a Di Grazia, Di Piazza e Leonetti, con Madonia in panchina.

Dopo una prima fase di studio, la Casertana si fa vedere in area biancoazzurra all’8′ con un colpo di testa di Alfageme ben controllato da Maurantonio. Sono i falchetti a far la partita e al 13′ trovano il vantaggio con il primo centro in maglia rossoblu di Giannone, che con un tiro all’angolino beffa il portiere avversario.

La spinta dei padroni di casa non si placa e al 28′, su calcio d’angolo battuto da Giannone, arriva il raddoppio di De Angelis. Male Maurantonio nell’occasione, autore di un’uscita a vuoto che permette al giocatore dei campani di spingere la palla in rete di testa e toccare quota 12 in stagione.

Al 38′ il risultato si fa ancora più rotondo e pesante: fallo in area di Candiano su Alfageme e calcio di rigore per la Casertana, trasformato successivamente dallo stesso attaccante argentino, che spiazza Maurantonio e si porta a sei gol nel torneo. Akragas non pervenuta nella prima frazione e punita dalla voglia di riscatto degli uomini di mister Andrea Tedesco, il secondo dell’ex tecnico Romaniello, esonerato in settimana.

Il copione non cambia nella ripresa e ancora Alfageme si rende pericoloso al 48′ con un destro a giro dal limite che si spegne sul fondo di poco. Il giocatore trova poco dopo il poker, raccogliendo in area akragantina una corta respinta di Marino e scaricando un potente destro che supera ancora una volta Maurantonio. Akragas incapace di reagire e in balìa degli avversari: al 60′ il sempre pericoloso Alfageme sfugge sulla sinistra e mette a centro area un pallone che De Angelis in spaccata spedisce sulla traversa. Il primo squillo biancoazzurro arriva al 65′: Di Piazza supera con un tocco sotto Gragnaniello in uscita, ma la sfera termina sul fondo. La gara si chiude praticamente qui e si trascina senza sussulti sino al fischio finale. Nel recupero, annullato un gol a Cristaldi, subentrato nel corso del secondo tempo, per posizione di fuorigioco.

Non porta fortuna la Casertana all’Akragas, che esce con le ossa rotte dal “Pinto” con lo stesso risultato della gara d’andata. Prestazione incolore quella dei biancoazzurri, apparsi lontani parenti di quelli visti nelle ultime partite. A giustificare parzialmente la prova degli agrigentini le troppe assenze e la mancanza di numerosi titolari e uomini chiave, che hanno scombussolato gli oleati automatismi della truppa Rigoli. Impalpabili, in ogni caso, le riserve, mai incisive e apparse non all’altezza dei più quotati compagni. Un po’ di tempo per rifiatare, adesso, in virtù della pausa per le festività pasquali. Nel prossimo turno, si torna all’Esseneto sabato 2 aprile per una sfida cruciale contro il Martina Franca. L’Akragas avrà tutto il tempo per preparare l’appuntamento e recuperare qualche giocatore. La lotta per la permanenza in Lega Pro si intensifica.

TABELLINO

CASERTANA: Gragnaniello, Rainone (47′ Murolo), Pezzella, Capodaglio, Idda, Potenza (60′ Finizio), Mangiacasale, Agyei (52′ Marano), Alfageme, Giannone, De Angelis.
A disposizione: Maiellaro, Murolo, Varsi, Finizio, De Marco, Som, Marano, Matute, Negro, Guglielmo, De Filippo, Cesarano.
Allenatore: Andrea Tedesco

AKRAGAS: Maurantonio, Salandria, Grea, Greco, Caze’ da Silva, Marino, Candiano (67′ Roghi), Mauri, Di Piazza (77′ Fiore), Leonetti, Di Grazia (55′ Cristaldi).
A disposizione: Vono, Roghi, Fiore, Madonia, Cristaldi, Lo Monaco.
Allenatore: Pino Rigoli

ARBITRO: Federico Dionisi di L’Aquila

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.