Comuni, Politica, Sciacca

Comuni del Siru Sicilia occidentale approvano il documento di strategia territoriale.

Questo articolo è stato visto 426 volte.

Assessore Dimino: “fondamentale per i nuovi fondi europei”


“Un risultato importante, di unità e di condivisione per raggiungere il traguardo dell’accesso ai nuovi fondi europei FESR 2021 2027”. Così l’assessore alle Politiche Comunitarie di Sciacca Francesco Dimino commenta l’approvazione del documento di strategia comune nel corso dell’incontro che si è tenuto ieri ad Alcamo tra i rappresentanti dei Comuni che fanno parte del SIRU (Sistema intecomunale di Rango Urbano) Sicilia Occidentale.

Per Sciacca, erano presenti all’incontro l’assessore Francesco Dimino, il dirigente del Settore Sviluppo Economico e il funzionario comunale Francesca Pia Puglisi.

“Se verrà il documento verrà esitato positivamente dalla Commissione Europea – dice l’assessore Francesco Dimino – si apriranno le porte per l’accesso ai nuovi fondi europei e dare realtà a importanti obiettivi. È un documento condiviso anche con i territori di riferimento. Dentro ci sono infatti le istanze che come Amministrazione abbiamo raccolto nel corso del forum sullo sviluppo territoriale su agricoltura, pesca e turismo che abbiamo promosso a Sciacca lo scorso 9 giugno”.

Il documento di strategia comune parte da un’analisi delle esigenze di sviluppo e delle potenzialità dell’area geografica dei comuni del SIRU, prendendo in considerazione gli aspetti demografici e socio-economici, il lavoro e l’impresa, l’energia, l’ambiente e la gestione dei rifiuti, la viabilità, la scuola, la salute e le attrattive del territorio. Nella seconda parte si formula la strategia di sviluppo con lo scenario desiderato, gli obiettivi e le inversioni di tendenza che si vogliono determinare sintetizzati in quattro punti: sviluppo economico e competitività, transizione ecologica con la tutela e la sostenibilità ambientale, la transizione digitale e l’innovazione, l’attrattività del territorio con la viabilità e la mobilità sostenibile.

Alla stesura del documento hanno collaborato anche il dirigente del comune di Sciacca Nando Rapisardi, l’ingegnere Giovanni Borsellino e il funzionario tecnico Francesca Pia Puglisi.

Il SIRU Sicilia Occidentale è coalizione di 22 comuni, con Alcamo Capofila, delle province di Trapani, Palermo e Agrigento. Il Comune di Sciacca è nella cabina di regia e rappresenta l’area sud compresa da Montevago, Santa Margherita, Caltabellotta, Menfi e Sambuca di Sicilia.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.