Aragona, Comuni, Cultura & Spettacolo

Domenica 18 Dicembre continua il Natale aragonese con degustazioni e spettacoli.

Questo articolo è stato visto 546 volte.

Dopo in gran successo dei giorni scorsi, con diversi momenti natalizi lungo un percorso organizzato da volontari di diverse Associazione e dall’Amministrazione Comunale di Aragona, un’altra giornata dedicata al Natale aragonese. Infatti, domenica 18 Dicembre prossimo a partire dalle ore 8 fino alle ore 12 presso la Chiesa BMV di Pompei, ci sarà la donazione del sangue. In contemporanea, alle ore 11:00 nel centro cittadino, in via Roma, un momento di gioco per i più piccoli, con Alice. Nel pomeriggio alle ore 17:00 e alle ore 20:00 presso il Teatro Armonia, sito in Piazza Madre, ci sarà l’intrattenimento per bambini con lo spettacolo dell’Opera dei pupi, mentre alle ore 18:30, in Via Roma, è in programma la degustazione di u “Pani Cunzatu” e la degustazione dei panettoni. Infine alle ore 20:00, presso il Presepe della Mercede, sito in Via Bellini, ci sarà la “Nuvena”, con la tradizionale “Nanareddra Raunisa”, animata dagli “Zampognari” e con degustazione di “Ciciri”.

Si possono anche visitare:

  • il Presepe della Mercede, giunto ormai alla sua 4a edizione. Realizzato in un suggestivo cortile della via Bellini n.27; che quest’anno rappresenta il quartiere della Mercede, con la chiesa, il convento (oggi scuola), le stradine, la scalinata, i cortili, così come era agli inizi del ‘900. Il presepe è stato realizzato da Alessi Giuseppe, Cristel Baio, Giovanni Cannistraro e Damiano Gaziano dell’Associazione Aragona Magnifica, con il patrocinio del Rotary Aragona Colli Sicani, e con il sostegno di alcuni sponsor e di tutti i residenti del quartiere della Mercede che hanno contribuito all’illuminazione artistica di via Bellini e di piazza Dante. Il Presepe sarà aperto tutti i giorni fino all’8 gennaio dalle 17 alle 22, mentre domenica 18 dicembre alle ore 20 si terrà la Novena con la degustazione di prodotti tipici e canti della tradizione natalizia con gli Zampognari e delle nannaredde del gruppo Monachino.
  • il presepe biblico di Carmelo Sciortino, in Via Nazareno n. 38; È stato il giovane presepista a spiegare con dovizia di particolari la nuova creazione completa dalle scene più significative della storia della natività. “È stato un anno davvero da dimenticare” afferma Sciortino “ma, nonostante tutto bisogna dare un simbolo che porti speranza…”. Ed è appunto il presepe e la natività ciò a cui tutti dobbiamo fare riferimento, ricordare che un neonato tra il gelo e la paglia, ha salvato l’umanità. Il presepe che Sciortino ha creato fa parte di una lunga esposizione che è attualmente alla sua VII edizione, non poteva assolutamente mancare. Nonostante la piccola rappresentazione, rispetto quella degli anni precedenti, mostra tutto il pathos della santa notte, al tramonto mentre tutti vanno a casa e stanno per giungere le tenebre, nasce una nuova luce, che salva il mondo… è la luce del Cristo ,il bambino che  vincerà il mondo.
  • il presepe presso la Chiesa Madre;
  • il presepe di Giusy Sprio presso la Piazza Scifo
  • Il presepe presso la Chiesa Madonna del Rosario con le statue del ‘700;
  • Il presepe davanti al Calvario realizzato dalla Confraternità del SS. Crocifisso.

L’evento è stato organizzato da diverse Associazioni locali con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale di Aragona, guidata dal Sindaco, Giuseppe Pendolino.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.