Agrigento, Aragona, Calcio, Province, Sport

Una giovane Aragona supera con merito 2-0 l’Accademia Licata

Questo articolo è stato visto 1.127 volte.

ARAGONA      2  –  ACCADEMIA LICATA      0

22:00 – Aragona. La presenza al “ Totò Russo ” dell’ex nazionale Antonio Di Gennaro, che ha posato per una foto con i biancazzurri, da la carica giusta all’Aragona, che supera con il più classico dei punteggi, 2-0, l’Accademia Empedoclina, che di empedoclino ha solo il nome in quanto la società ha ceduto il titolo sportivo ad una nuova società di Licata. L’Aragona nonostante le pesanti assenze di Casisa, Di Domenico, Trapani, Sorce e Di Gregorio ha fatto la sua onesta e dignitosa partita meritando il successo senza rubare nulla. I ragazzi di Comito partivano bene e al 3’ si portavano in vantaggio con Totò Tarantino, che si inseriva in area su un taglio di Ferrante su punizione e di testa superava Santamaria. Gli ospiti subivano il colpo e non riuscivano a riorganizzare le idee, il pressing a tutto campo dei biancazzurri metteva in difficoltà i licatesi a corto di fiato. Al 12’ l’Aragona andava vicina al raddoppio con Gian Luis Gallo, che deviava una punizione di Volpe, ma si vedeva parare sulla linea da Santamaria il tocco sotto misura. Al 15’ ci provava l’ex Loggia, il suo tiro dal limite sorvolava la traversa. Al 27’ un gran tiro di Ferrante, indirizzato nello specchio della porta, veniva deviato in corner da un difensore. Ferrante pennellava della bandierina la sfera sul secondo palo dove era pronto il classe 1997 Ciro Zito a gonfiare la rete di testa per il 2-0. La reazione dei licatesi portava al 44’ al tiro di Iannello che andava a lato con Barone a controllare. Nella ripresa le emozioni erano poche, il Licata provava a spingere, ma senza la necessaria lucidità. L’Aragona agiva in contropiede e al 75’ un colpo di testa di Gallo su perfetto cross di  Tarantino era respinto in angolo da Santamaria. Al 89’ ci provava Peppe Volpe su punizione, la sfera si perdeva di poco sul fondo. Finiva così 2-0, un successo fortemente voluto e meritato ottenuto in una situazione di grande emergenza e con in campo ben cinque Juniores, Patti, Gaziano, Grimaudo, Zito e Ciulla e questo non è poco. Un plauso va comunque a tutti per la grande determinazione con cui sono scesi in campo e al tecnico Comito per il grande coraggio trasmesso in settimana alla squadra. Da incorniciare la prestazione di Giovanni Castiglione che con grande esperienza e grinta a guidato una difesa di ragazzini, comunque molto validi.

Aragona: Barone, Gaziano (94’ Mulè), Grimaudo, Patti, Castiglione, Zito, Ciulla, Volpe, Gallo, Ferrante (65’ Di Benedetto), Tarantino. All. Giovanni Comito.

Accademia Empedoclina: Santamaria, Gallo (40’ La Greca), Morgana, Sciortino, Ortugno, Puccio (58’ Cannizzaro), Triglia (46’ Magliarisi), Grillo, Loggia, Zarbo, Iannello. All. Alberto Licata.  

Arbitro: D’Angelo di Trapani.

Reti: 3’ Tarantino, 28’ Zito.

 

di  Tonino Butera

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.