Cronaca, Palermo, Province

In manette due volte in meno di 24 ore

Questo articolo è stato visto 235 volte.

I Carabinieri del Comando Provinciale di Palermo hanno arrestato un 20enne, del posto, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di spaccio ed evasione.

I militari della Stazione di San Flippo Neri hanno, in meno di 24 ore, messo le manette ai polsi del giovane palermitano per ben due volte; solo qualche ora prima, infatti, nel corso di un servizio di controllo del territorio nel quartiere “Zen”, i Carabinieri hanno colto in flagranza l’indagato mentre stava cedendo la sostanza stupefacente ad un acquirente.

Immediato è scattato l’arresto del 20enne che, su disposizione del Pubblico Ministero, era stato condotto presso la propria abitazione agli arresti domiciliari ed in attesa, il giorno seguente, dell’udienza di convalida.

Convalida che non si è fatto nemmeno in tempo a convocare che, il giovane, dopo poche ore, è stato nuovamente arrestato dai Carabinieri per evasione; i militari, infatti, hanno controllato l’uomo come previsto in questi casi e l’hanno trovato fuori dalla propria abitazione senza alcuna autorizzazione.

La Procura, dopo i fatti, ha disposto la misura della custodia cautelare in carcere e il trasferimento dell’indagato presso la locale casa circondariale.

È doveroso rilevare che l’odierno indagato è, allo stato, solamente indiziato di delitto, seppur gravemente, e che la sua posizione verrà vagliata dall’Autorità Giudiziaria nel corso dell’intero iter processuale e definita solo a seguito dell’eventuale emissione di una sentenza di condanna passata in giudicato, in ossequio al principio costituzionale della presunzione di non colpevolezza.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.