Aragona, Comuni, Cultura & Spettacolo

Inaugurazione della “Panchina Rossa” Simbolo della lotta contro la violenza sulle donne e contro la pedofilia Presentazione di “La Rosa Bianca ODV” associazione contro ogni forma di violenza

Questo articolo è stato visto 1.667 volte.

“La violenza non è la tua condanna, ma il tuo stesso silenzio sarà il tuo stesso tormento”, sono queste le parole riportate sulla “Panchina Rossa”, che verrà inaugurata il prossimo 9 marzo, in Piazza Aldo Moro ad Aragona. Parole forti, vere, pensate e scritte da chi nel maggio del 2015, ancora bambina, è stata vittima di uno stupro di gruppo.

Simbolo della lotta contro la violenza sulle donne e contro la pedofilia, la panchina rossa di Aragona, non a caso, dunque, è stata posta in Piazza Aldo Moro, dove all’epoca, secondo l’accusa, si svolsero i fatti.

Una brutta pagina di cronaca, che vedrà nei prossimi giorni a processo, davanti al giudice Stefano Zammuto, quattro uomini, un italiano di 60 anni e tre romeni tra i 22 e i 25 anni, accusati di aver abusato della ragazzina.

Così Aragona, rappresentata dalle forze sociali più sane, si stringe attorno alla vittima e alla sua famiglia, per condividere il dolore, alimentare il coraggio e sostenere la determinazione della vittima che presto dovrà affrontare in tribunale i suoi aguzzini.

Dotata di una forza che va al di là delle comuni aspettative, la vittima, oggi quindicenne, richiama chi è vittima di violenza a denunciare i propri carnefici, a non tacere per paura, a farsi avanti.

Ma il suo appello va anche “chi è stato zitto ed ha inneggiato l’omertà, a chi non mi ha aiutata, a chi non mi ha creduta, a chi mi ha abbandonata, a te che sei il complice del carnefice”.

Impossibile rimanere indifferenti a questi richiami. Da qui, l’idea di costituire un’organizzazione di volontariato, la “Rosa Bianca”, a sostegno di tutte le vittime di violenza. L’associazione, presieduta dall’avvocato Floriana Salamone, attraverso uno sportello operativo presso il CAV di Aragona, fornirà alle vittime consulenza penale e civile, psicologica e assistenza sociale, con l’ausilio di esperti nei vari settori.

La presentazione della “Panchina Rossa” di sabato prossimo, dunque, oltre ad assumere valore simbolico a sostegno di tutte le vittime di violenza e di stupro, diventa un’occasione per presentare alle collettività il nuovo servizio di consulenza, aiuto e supporto la “Rosa Bianca”.

Al l’evento, organizzato in collaborazione con il Comune di Aragona, il Centro di Aiuto alla Vita, l’associazione la “Rosa Bianca ODV” e il Rotary Club Aragona Colli Sicani, interverranno gli alunni delle classi terze dell’Istituto Comprensivo “L. Capuana” di Aragona, il Gruppo folk “Città di Aragona”, l’Accademia musicale di Aragona con il duo “Riconto”, Sandra Marotta e Salvatore Pantalena. Coordina l’evento Valeria Iannuzzo.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.